28/11/2005 - PRINCIPE ED EROE - Un laboratorio per bambini a cura dell'Accademia SantaGiulia

In collaborazione con la Provincia di Brescia, l'Accademia SantaGiulia è stata chiamata a collaborare alla realizzazione della Mostra "Principe ed eroe. L'immagine ideale del potere" che si terrà in occasione della presentazione della statua romana recentemente rinvenuta nel Foro di Civitas Camunorum.

Di seguito la presentazione del Laboratorio per alunni della Scuola Elementare che verrà gestito da docenti e studenti dell'Accademia.

Il corpo, le parti e il tutto:

laboratorio di scultura e restauro

 

Il Progetto

Il laboratorio di scultura e restauro parte dall’assunto che tra gli antichi e i moderni ci sia la stes­sa distanza che c’è tra l’infanzia e l’età adulta; esso si rivolge perciò ai bambini di oggi, nel ten­ta­tivo di intrecciare i canoni della rappresentazione visiva nelle loro dimensioni da un lato sto­rico-ar­tistica, dall’altro psicologico-evolutiva. L’uno rinforzerà così l’assimilazione dell’altro.

       Il principe-eroe di Cividate Camuno effondeva attorno a sé un’aura di valori eroici attra­verso la rap­presentazione idealizzata della terza dimensione del proprio corpo; e proprio sul terreno della rap­presentazione della figura umana questo bellissimo marmo si presta a dialogare coi bambini di og­gi, costituendo quasi l’archetipo dello sviluppo psico­motorio che avviene nella fascia d’età della scuo­la primaria, quando i bambini arrivano a proiettare e a riconoscere fuori da sé, nella realtà esterna, rapporti di spazio tridimensionale (destra/sinistra, alto/basso, davanti/dietro).

            Una volta familiarizzatisi con le vicende della statua del principe-eroe e con il significato dei ca­noni rappresentativi della figura umana nel mondo romano, i bambini creeranno una propria copia del­la statua partendo dalle sagome di alcuni compagni che poseranno in iconogra­fie eroiche fe­de­li al pezzo esposto in mostra; in questo modo i bambini lavoreranno sulla rap­presentazione del cor­po umano, misurando lo scarto tra ideale e realtà, tra originale e copia, tra vita e rappresenta­zio­ne.

            Successivamente, le statue verranno “dimenticate” e distrutte, per essere poi “ritrovate” e “sca­va­te”; i piccoli si dovranno a questo punto cimentare nell’operazione di restauro dell’intero dai fram­menti. Le classi arriveranno così a ricomporre un ciclo statuario antico, che prenderà posto sot­to i portici di un edificio pubblico abbozzato in dimensione bambino.

            Replicare la vicenda esemplare della statua del principe-eroe di Cividate Camuno (con il suo ci­clo di lavorazione e messa in opera, distruzione e oblio, ritrovamento e restauro), sarà l’occasione per condurre i bambini a conquistare le proprie sembianze naturali e consentirà di rileggere in chia­ve psicomotoria un capitolo della storia dell’arte antica. Nel processo di agni­zione, i bambini la­vo­re­ranno a piccoli gruppi e saranno guidati dalle animazioni di “antichi” scultori e di “moderni” restauratori, scelti tra gli allievi dell’Accademia di Belle Arti “SantaGiu­lia” di Brescia.

 

Responsabile del progetto: prof. Guido De Caro - Cattedra di Storia dell’Arte Greca e Romana, Accademia di Belle Arti di Brescia “SantaGiulia”

Tutor: dott. Erica Cunja - dott. Nataša Koroseč, Accademia di Belle Arti di Brescia “SantaGiulia”

Informazioni e prenotazioni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 dal lunedì al venerdì

Þ    Nataša cell. 334.3237669

Þ    Erika   cell. 333.9764574

Þ    Accademia di Belle Arti Santagiulia tel. 030.383368

 

IL LABORATORIO

  

Obiettivi

Lavorare sullo schema corporeo

Ricostruire la storia di un’opera d’arte dall’antichità ai giorni nostri

 

Fasi di lavoro

Il ciclo vitale di una statua: dal blocco di pietra alla forma umana, dalla forma umana ad informi frammenti, dai frammenti all’intero

 

1.      gruppo classe

·        visita animata alla mostra, a cura degli allievi dell’Accademia: storia del principe e della sua statua

2.      per piccoli gruppi

·        la classe viene divisa in piccoli gruppi di 4-5 bambini; ogni gruppo ha un proprio animatore e sceglie il proprio piccolo principe, il cui corpo servirà da sagoma

·        guidati da decoratori “antichi” i bambini disegnano sul proprio blocco il contorno di un compagno principe

·        guidati da scultori “antichi” i bambini liberano i piccoli principi dai blocchi che li contengono

·        guidati da decoratori e scultori “antichi” i bambini colorano e rifiniscono la loro statua

·        distruzione della statua

·        ritrovamento della statua frammentaria

·        ricomposizione: guidati dai restauratori “moderni” i bambini restaurano i piccoli principi/eroi ridotti in frammenti

·        guidati da “scenografi” moderni i bambini espongono le statue in un abbozzo di ricostruzione del contesto antico (foro di Cividate Camuno)

 

 


Luogo Evento: Palazzo Martinengo , 4 dicembre 2005 - 29 gennaio