07/03/2008 - GIUSEPPE GALLIZIOLI. Dalla Natura al Sogno. Opere dal 1958 al 2007

Mercoledì 5 marzo, presso il Piccolo Miglio del Castello di Brescia, si è aperta la mostra Giuseppe Gallizioli. Dalla Natura al Sogno. Opere dal 1958 al 2007, grande retrosprettiva sull'ormai cinquantennale lavoro di Giuseppe Gallizioli, pittore bresciano tra i più noti a livello internazionale e docente di Pittura I presso l'Accademia SantaGiulia.

La mostra, che sarà aperta sino al 6 maggio 2008, intende ripercorrere l'intero percorso creativo dell'artista, dalla giovanile formazione a contatto con Gigi Fasser, Carlo Pescatori e Repossi - con cui condivide il comune riferimento agli artisti milanesi del realismo esistenziale (Bodini, Romagnoni, Guerreschi, Ceretti, Ferroni, Vaglieri) - alla fase filoinformale dei primi anni Sessanta, durante la quale risente dell'influenza di Fautrier, di Dubuffet, di Wols; dal "surrealismo ecologista" degli anni di Phas - ultima internazionale surrealista con sede a Parigi - al naturalismo simbolista degli Anni Settanta, fino alle ultime "stagioni della luce", in cui "si direbbe che la luce sia spalmata sui sensi come un unguento, con la grazia sapiente dell'età in cui le passioni covano più pacate e silenziose, come dono che la vita riserva ancora e insieme con dolcissimo strazio, cercando di custodire la polvere luminosa dei luoghi, prima che un vento più forte la disperda" (Fausto Lorenzi, curatore della mostra).

Un omaggio importante che la città di Brescia offre ad uno dei suoi più noti artisti contemporanei, che nella sua inesausta ricerca non ha mai cessato di stupire.


Luogo Evento: Brescia, Castello (Piccolo Miglio)