01/07/2008 - HIART Rivista dell'Alta Formazione Artistica Italiana

 È NATA "HI ART", LA RIVISTA DELL'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA ITALIANA

 

HiArt", la rivista semestrale di Informazione dell'Alta Formazione Artistica e Musicale Italiana.

 Il periodico è realizzato con il contributo di docenti e studenti di tutte le Accademie e i Conservatori di Italia. La redazione è all'interno del Ministero dell'Università, presso la Direzione Generale per l'Alta Formazione Artistica e Musicale. La realizzazione grafica è a cura delle Classi di Grafica Editoriale dell'Istituto Superiore per l'Industria Artistica di Urbino. Attualmente semestrale, ma con l'intenzione di portarlo a quadrimestrale, la rivista nasce con una forte vocazione internazionale: tutti gli articoli, infatti, sono pubblicati in italiano e in inglese. Ogni numero della rivista è tematico. Rivista semestrale d'informazione dell'Alta Formazione Artistica e Musicale.

Un numero 8.00 euro.

L’arte intesa nella sua accezione più ampia di “attività di produzione estetica” ha favorito il successo internazionalede“made in Italy”.
Non è certo un caso che in tutti i settori merceologici trainanti dell’economia italiana (moda, arredamento, design, etc.) il contenuto estetico rappresenti il principale fattore di competitività e di successo. La formazione in questi settori, sia in quelli più tradizionali delle arti figurative e dello spettacolo (pittura, scultura, scenografia, musica, danza, arte drammatica), sia in quelli della conservazione, tutela e valorizzazione dei beni artistici; sia ancora in quelli più orientati al design e all’innovazione (moda, arredamento, design, grafica, multimedialità, etc.), richiede un modello didattico che garantisca una reale “esperienza del fare”.
In tal senso le istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, che tendono per loro natura a unificare il “sapere” con il “saper fare”, si configurano come le tipologie formative più idonee per la formazione in questi ambiti. E proprio per comunicare le esperienze più qualificate di produzione artistica e di elaborazione teorico – critica si è scelto di proporre un prodotto editoriale che illustri e faccia conoscere il meglio di questo sistema. Il nome “HiArt”, evocativo e di facile memorizzazione, ben identifica le aspettative del settore di essere contestualizzato quale ambito di alta formazione, quale livello qualitativo superiore, offrendo inoltre la possibilità di un’apertura anche ad un pubblico internazionale.
L’articolazione monografica scelta per la rivista, che tratta quale primo argomento “L’innovazione tecnologica ed i nuovi linguaggi”, oltre a cercare di evitare una eccessiva “autorefenzialità” propria di questo sistema, ha l’obiettivo di presentare il settore artistico italiano quale “luogo” culturalmente vivace e aggiornato favorendo sinergie e contaminazioni artistiche, consapevoli del fatto che l’evoluzione e lo sviluppo culturale siano sempre di più legati alla crescita dell’interdisciplinarietà ed alla costruzione di reti e di spazi dove promuovere la ricerca artistica accanto al recupero della ricca tradizione, valorizzando così una identità italiana nell’arte e nei settori produttivi ad elevato contenuto estetico.

Il primo, già disponibile nelle librerie specializzate, si occupa delle nuove tecnologie e all'elettronica applicate alla musica. Il secondo, in lavorazione, affronta l'interculturalità nella musica

 


Luogo Evento: Direzione Generale AFAM-Roma