24/02/2006 - ISOLA ART CENTER

isola art center

 

stecca degli artigiani, secondo piano, via confalonieri 10, milano                               

info:  alessandra poggianti 349.8051697   ida@undo.net

 

 

Inaugurazione: martedì 28 febbraio ore 18.00  

- performance musicale dei Carta

Apertura: dal 28 febbraio al 16 marzo 2005

Orario: domenica, martedì e giovedì dalle 17.00 – 20.00

 

La necessità di un’isola

 

L' Osservatorio in Opera propone una riflessione sulle opere d’arte distrutte con azione premeditata diretta o indiretta portata avanti da Piero Almeoni, Paola Sabatti Bassini e Roberta Sisti. In occasione della pubblicazione del primo numero del "Bollettino di Osservatorio in Opera" realizza “Rollio”, un’istallazione composta da immagini rubate, documentazione e video. Da segnalare il film-documentario “Enclave Kosovo” di Elisabetta Valgiusti.

 

“La necessità di un’isola” è la mostra che apre il nuovo anno di attività di Isola Art Center. Per questa occasione Isola dell’Arte presenta nuovi progetti dei soggetti che operano in modo costante negli spazi del Centro per l’Arte: out, Millepiani, Stazione Isola, Sugoe, Love Difference, Osservatorio in Opera, e come ospite speciale la galleria White Project di Pescara, con Picnic#3.

 

Per l’occasione l’ufficio out insieme alla rivista di filosofia Millepiani presenta il laboratorio filosofico interdisciplinare dal titolo “Il divenire urbano”: il divenire urbano dei territori presume la comprensione della plasticità dei processi che vi si sviluppano e che riguardano, gli usi e le pratiche del vivere quotidiano, il rapporto con i corpi e le esistenze, il problema delle identità e quello della ricerca di nuove forme espressive intese come atto di liberazione. A queste riflessioni alcuni autori hanno dato importanti contributi che verranno esaminati all’interno degli incontri previsti dal laboratorio. Filosofi, artisti, urbanisti ed architetti che sono stati capaci di incrociare diversi saperi, proponendo mappe concettuali.

 

Stazione Isola è un progetto in progress a cura di Katia Anguelova e Stefano Boccalini che ha come obiettivo la realizzazione di una “guida turistica” del quartiere Isola di Milano. Per questa occasione Stazione Isola propone gli itinerari di Stefano Boccalini, Gruppo 11:27, Paola Ceretta, Giovanni Giaretta, Camilla Micheli, Gionata Gesi Ozmo, Angelo Sarleti, Claudia Sinigaglia, Alessandro Nassiri Tabibzadeh, Michela Taleggi: una serie di itinerari personali relativi a realtà presenti che descrivono le situazioni e utilizzano metodologie disparate attingendo ad archivi sonori, visivi e  scritti. Tutti i lavori confluiranno alla fine in una guida pensata come strumento di racconto e studio del territorio.

 

Seguono le proposte di Sugoe, il laboratorio di giovani artisti e designer nato circa un anno fa nel Centro: più di dieci opere d’arte e di design inedite, alcune realizzate in stretto contatto con lo spazio fisico del Centro per l’Arte (Marco Colombaioni,  Alice Pintus e Fernando Saavedra Roca, Fabrizio Stipari, Christian Raimondi, Manuel Scano e Giovanni Ciapessoni), mentre altri (Matteo Rubbi, Luca Pozzi, Alek O. e santomatteo) intervengono con lavori frutto di una personale ricerca artistica. Ed ancora: l'associazione non profit promossa da Cittadellarte - Fondazione Pistoletto,

 

Love Difference, il Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea, presenta un progetto in divenire che sarà sperimentato e alimentato dalla presenza del pubblico che vorrà partecipare. Lo sguardo si focalizza su Milano attraverso la lente del tempo e della pluralità di significati che il tempo assume nella vita delle persone.

  

Ospite speciale la galleria White Project di Pescara, con Picnic#3.

I Picnic sono progetti temporanei a cura di artisti, galleristi, fondazioni, musei…. Mauro Bianchini, il direttore della White Project, è l’autore del terzo di questi appuntamenti ed allestirà una mostra con gli artisti della galleria ed uno studio di architettura e design: Damir Niksic, Pastorello, Giuseppe Restano, Kei_en studio che per l'occasione è costituito da Enzo Calabrese (creatore del gruppo kei_en) + Fabio Meliota, Patrick Hamilton e Michelangelo Consani, questi ultimi realizzeranno una intervento ad hoc. Saranno inoltre presentati una serie di ipotesi progettuali per il Centro per l’Arte, ideati dagli stessi artisti e architetti, a sottolineare l’impegno di White Project nella continua sperimentazione dello spazio.

 

 

Appuntamenti:

 

Giovedì 16 marzo, ore 18.00:

 

Networking presenta “My home. Una casa in città”: sara’ presentata la terza edizione del progetto promosso dalla Regione Toscana e dai Comuni di Firenze, Livorno, Monsummano Terme, Pontedera, Prato, Seravezza, attraverso una discussione sul significato e la necessità di attivare pratiche laboratoriali aperte incentrate, come Networking, sulla sinergia tra artisti tutor e giovani artisti e su tematiche connesse all’incrocio tra arte contemporanea, ambiente urbano, relazioni economiche, politiche e sociali. Partecipano Arianna di Genova, Marco Scotini, Lorenzo Bruni, Daniele Ciullini…

_______________________________________________________________________________

 

divenire urbano

laboratorio filosofico interdisciplinare

presentato da Tiziana Villani (Millepiani), Bert Theis  (out) e Marco Scotini

info: Tiziana Villani: 349 074 53 20

 

Martedì 7 marzo, ore 18.00

Dalla città globale all’urbano diffuso

Il processo di urbanizzazione tra locale e globale

introduzione Alessandro Rudelli

 

Martedì 14 marzo, ore 18

Corpo/territorio: processi di trasformazione materiali e virtuali

Per una nuova Ecosofia

introduzione Katia Rossi

 

Martedì 11 aprile, ore 18

La trasformazione delle identità

Dalla biopolitica alle società di controllo

introduzione Silvano Cacciari e Ubaldo Fadini

 

Martedì 18 aprile, ore 18

Territori a venire

Dalla catastrofe all’immaginario

con Stefano Rigetti e Andrea Sartini

 

 

 



Luogo Evento: Milano