19/11/2015 - Omaggio a Marc Chagall

L'Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia parteciperà e preparerà con la Fondazione Brescia Musei uno studio su Marc Chagall, uno dei più importanti e apprezzati pittori del Novecento. 

Per l'occasione la "macchina" accademica si è messa in moto per dare il proprio contributo creativo e artistico alla mostra: gli studenti re-interpreteranno e rielaboreranno le opere del famoso artista, attraverso le arti visive performative. Inoltre, gli studenti lavoreranno anche sui 20 dipinti realizzati dal Premio Nobel Dario Fo tratti da un racconto della vita di Chagall.

Due occasioni eccezionali dove i nostri giovani potranno confrontarsi con i Maestri dell’arte  realizzando proprie creazioni. Al più presto ne sveleremo i dettagli!

La mostra che dal 19 Novembre 2015 ospiterà, fino al 15 Febbraio 2016, trentatrè opere di March Chagall si terrà presso il Museo Santa Giulia, nel cuore della nostra città.



LA MOSTRA


MARC CHAGALL. ANNI RUSSI 1907-1924 con un racconto per immagini di DARIO FO

Un progetto assolutamente originale: da un lato Marc Chagall, pittore lirico e surreale protagonista dell’arte del XX secolo, dall’altro Dario Fo, premio Nobel per la letteratura, commediografo, scrittore, ma anche pittore innamorato di Chagall. Cui Fo si sente particolarmente vicino, per il gusto del fantastico, del paradossale, del surreale e dell’impossibile.


Il dialogo si concretizza in due esposizioni distinte, poste in stretta relazione tra loro: nella prima sono esposte le opere di Marc Chagall raccontate dall’artista stesso attraverso una serie di stralci tratti dalla sua autobiografia Ma Vie, scritta tra il 1921 e il 1922; nella seconda Dario Fo racconta le opere di Chagall attraverso i sui testi, illustrati da preziosi disegni e dipinti, creati appositamente in occasione dell’esposizione a Brescia.

La mostra propone 33 opere, 17 dipinti e 16 disegni oltre a due taccuini - con disegni e poesie recentemente ritrovati ed esposti per la prima volta al pubblico - che vanno dal 1907 al 1924: viene indagato il periodo durante il quale Chagall da Vitebsk, paese di nascita e vero protagonista delle prime opere, si trasferisce prima a San Pietroburgo, dove studia presso l’Accademia Russa di Belle Arti, e poi a Parigi, dove viene in contatto con la comunità di artisti di Montparnasse e dove si trasferirà definitivamente con la moglie Ida a partire dal 1924. Il pubblico potrà ammirare alcuni dei più importanti capolavori di Marc Chagall, opere di fondamentale importanza per capire il percorso artistico del maestro russo, come la veduta dalla finestra a Vitebsk del 1908, Gli Amanti in blu del 1914, la Passeggiata del 1917-1918, l’Ebreo in rosa del 1915 e molti altri.

Accanto alla mostra di Chagall, i visitatori hanno l’occasione di vivere un altro evento unico appositamente progettato e realizzato per l’occasione. Il Premio Nobel Dario Fo ha realizzato ben 20 dipinti accompagnati da 15 bozzetti preparatori e da un racconto sulla vita e l’opera di March Chagall. Un straordinario omaggio, pittorico e narrativo, a Marc Chagall che sarà celebrato anche da un’unica lezione spettacolo che si terrà il 16 gennaio 2016 presso il Teatro Grande di Brescia.

Per altre informazioni riguardanti la mostra clicca qui.



RASSEGNA STAMPA

• Dario Fo e la mostra a Brescia: «Così Chagall mi sconvolse»  (Corriere della Sera, Brescia)
• Brescia: dal 19 novembre trentatrèopere di Chagall al Santa Giulia  (Corriere della Sera, Brescia)
• «Chagall, gli anni russi» una vita per l’arte narrata da Dario Fo  (Giornale di Brescia)
• Chagall-Fo, incontro in mostra  (Teletutto)

 


Luogo Evento: Museo Santa Giulia