21/04/2006 - Comunicato stampa

Comunicato Stampa

 

Giovedì 27 aprile 2006 alle ore 11.00 nell’aula magna dell’Accademia di Belle Arti Santagiulia gli studenti incontrano Ezio Frigerio uno dei più noti scenografi europei, la cui vita professionale, iniziata a fianco di  Giorgio Strehler, compie proprio quest ’anno il cinquantesimo anniversario.

Un’occasione unica per gli studenti che avranno così l’opportunità di confrontarsi con maestro che ha sondato tutte le possibilità della scenografia nei vari ambiti, dal teatro, al televisione, al cinema e che oggi si confronta con nuovi strumenti e  nuove tecnologie.

Frigerio racconterà alcuni tratti salienti di una lunga carriera dove ha firmato circa 350 spettacoli nei più grandi teatri del mondo: all’Opéra di Parigi, al Coven Garden di Londra, al Bolshoi di Mosca, al Giuza di Tokio, al Liceu di Barcellona, al Teatro Real di Madrid, al Colon di Buenos Aires, al Metropolitan di New York tra gli altri, oltre, naturalmente, alla Scala di Milano dove è presente quasi annualmente e firma negli ultimi trent’anni dieci spettacoli inaugurali.

Una carriera dunque fatta di grandi teatri e di grandi incontri, tra i quali ricordiamo il lungo sodalizio con Giorgio Strehler con il quale firma alcuni dei più importanti spettacoli del Piccolo Teatro di Milano, Re Lear, Santa Giovanna dei macelli, Come tu mi vuoi, Minna von Bernhelm per non citare Arlecchino servitore di due padroni di cui Frigerio firma tutte le scenografie a partire dal 1956. Alla Scala poi Simon Boccanegra, Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Lohengrin.

Lo troviamo accanto a   Rudolf Nureyev , suo carissimo amico, in numerose tournee ma soprattutto all’Opera di Parigi dove, Nureyev, direttore del balletto, collabora con Frigerio a ben sei spettacoli tra i quali Il lago dei cigli, Bayadere etc.

Innumerevoli le collaborazioni con grandi registi, Frigerio lavora con De Sica, Herzog, Konchalovskij, Cavani, Joel, Lluis Pasqual, Deflo, Faggioni, Nuria Espert, Mario Gas, Graham Vick, Eduardo De Filippo, Roger Planchon solo per citarne alcuni.

Nel cinema lavora con De Sica, Liliana Cavani, Mauro Bolognini, Bernando Bertolucci, Jean-Paul Rappenau, con quest’ultimo firma Cyrano de Bergerac e ottiene una candidatura all’Oscar.

Insomma, tante cose da dire ai giovani aspiranti scenografi dell’Accademia Santa Giulia, da parte di un protagonista assoluto della scena artistica del secondo dopo guerra, e ancora oggi in prima linea nello sviluppo e nella ricerca di nuove possibilità espressive per il futuro. Sarà interessante scoprire come tanta esperienza possa proiettarsi in un mondo contemporaneo cosi in rapida evoluzione. Frigerio sarà disponibile a rispondere alle domande degli studenti e indicherà loro quali reali prospettive intravede nell’evolversi di questo “mestiere” così affascinante.

Coordinatore e moderatore dell’incontro sarà lo scenografo Domenico Franchi, docente di scenografia presso l’accademia Santa Giulia e, da oltre otto anni, stretto collaboratore di Ezio Frigerio.  L’appuntamento, aperto al pubblico, è nell’aula magna dell’accademia, via Tommaseo 49, Brescia, giovedì 27 alle ore 11.00.

 

 

 

 

Accademia di Belle Arti Santagiulia

Via N. Tommaseo 49. Brescia- tel 030383368-www.accademiasantagiulia.it


Fonte: Accademia Santagiulia