06/09/2016 - DADA1916, conferenza stampa di presentazione del progetto

Si terrà Mercoledì 7 settembre alle 10.30 presso la Sala Giudici di Palazzo Loggia la conferenza stampa di presentazione della mostra sul Dadaismo, DADA1916, che ne celebra il centenario.
La mostra si terrà al museo di Santa Giulia dal 2 ottobre 2016 al 26 febbraio 2017.

La partecipazione della scuola di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia a DADA1916 ha origine dal dialogo fra il direttore dell’Accademia, Riccardo Romagnoli e il direttore di Brescia Musei, Luigi Di Corato, che si è trasformato in una proposta di collaborazione.

Le premesse teoriche si sviluppano dalla constatazione di un fenomeno apparentemente paradossale, tipico della contemporaneità: da una parte si assiste a un'estensione “debordiana” del raggio d'azione dello spettacolo nella società, dall'altra a un progressivo assottigliamento delle possibilità di lavoro offerte ai professionisti dello spettacolo. Questo fenomeno va affrontato partendo dalla corretta lettura della realtà che stimoli a trovare nuove soluzioni in linea con lo spirito del tempo.

Da questi presupposti nasce la nostra proposta di collaborazione, resa particolarmente pregnante dal tema della mostra che celebra uno dei movimenti d'avanguardia che, in ragione della sua natura performativa, hanno maggiormente influito sul processo di spettacolarizzazione dell'arte e della società novecentesche. Se si inquadra il problema dal punto di vista della Scenografia, una mostra su Dada non può essere una mostra “come le altre”, strutturata su uno schema di esposizione tradizionale, ma è necessario che dia conto del contesto performativo nel quale sono nate, sono state realizzate e venivano mostrate le opere che la compongono. In quest'ottica non si può celebrare il centenario di Dada senza concepire e allestire una parte della mostra che evochi e ricordi la natura e l'atmosfera del luogo in cui tutto ebbe inizio, il leggendario Cabaret Voltaire di Zurigo.

Avendo trovato riscontro nella posizione e nelle idee del Direttore Di Corato e dei curatori della mostra, i coordinatori della scuola di scenografia, Carlo Susa e Massimo Tantardini, hanno costituito un gruppo di progettazione nel quale sono confluiti studenti di diversi corsi di laurea dell’Accademia SantaGiulia: Silvia Lorica e Daniela Bertuzzi (Scenografia), Camilla Gagliardi (Scultura), Camilla Nulli (Interior Design), Francesco Corberi e Francesco Luterotti (Grafica e Comunicazione).

Proprio l'apporto degli studenti del II anno specialistico di Grafica e Comunicazione, coordinati dallo stesso Tantardini, loro relatore di tesi specialistica, si è rivelato sin dai primi incontri il complemento necessario della parte scenografica. Anche in questo caso, infatti, si è proceduto in linea con la poetica di Dada, un movimento artistico che si afferma nel mondo della cultura del primo novecento a partire da un progetto di comunicazione.

L’allestimento della mostra è stato, infatti, progettato dalle linee estetiche elaborate nella creazione dell’immagine coordinata di DADA1916, connotando il lavoro come sperimentale e di ricerca, pienamente in sintonia con le linee guida fondamentali che sono alla base della poetica del nuovo coordinamento del corso di Scenografia di HDEMIA.


LEGGI LA RASSEGNA STAMPA

08/09/2016 Santa Giulia: una mostra per i cent'anni del dadaismo  (Corriere della Sera - Bs)
08/09/2016 Brescia si riscopre capitale all'Avanguardia  (Giornale di Brescia)
07/09/2016 BRESCIA 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie  (Brescia Musei)

Fonte: Accademia SantaGiulia
DADA2016inserto_GDB.jpg 01 dada2016 bassa.jpg 04 dada2016 bassa.jpg