13/03/2017 - Alternanza scuola lavoro, accordo tra Confapi Industria e Accademia SantaGiulia

Riportiamo di seguito l'articolo pubblicato online da Piacenzasera il 13 marzo 2017 riguardante l'accordo siglato tra Confapi e l'Accademia SantaGiulia sul tema dell'alternanza scuola - lavoro:

«Confapi e Accademia Santa Giulia di Brescia, per passare dalla “scuola al lavoro”. Entrerà presto nel vivo l’accordo che Confapi Piacenza ha recentemente stretto con la realtà universitaria di Brescia. Al centro del patto di collaborazione di alternanza scuola lavoro, c’è la volontà di creare una rete di relazioni proficua in cui condividere risorse, conoscenze e competenze nel campo della comunicazione. Il tutto a costo zero. A fare da trait d'union il piacentino Marco Castelnuovo, docente e coordinatore della scuola di Web e comunicazione d’impresa in Santa Giulia, e direttore dell’agenzia di comunicazione What Studio. 

Come Confapi Industria siamo sensibili al tema del rapporto tra giovani e lavoro – commenta il direttore Andrea Paparo, anima dell’accordo – Il legame “mondo del lavoro e universo della scuola” è, a nostro parere un punto fondamentale per riuscire dare ai giovani l’opportunità di misurarsi con qualcosa di concreto e, allo stesso tempo, permettere alle aziende di prendere contatto con talenti in erba che altrimenti rischierebbe di non conoscere. Siamo quindi molto soddisfatti di aver intrapreso questo cammino con una realtà di così alto livello come l’Accademia Santa Giulia, un’eccellenza extra provinciale che ci permetterà di fornire ai nostri associati un servizio professionale e completamente gratuito. In questo modo forniremo a tutti gli associati che lo vorranno un aiuto fattivo in un campo che per certi versi rappresenta ancora un tabù: la comunicazione.

L’Accademia Santa Giulia è una realtà universitaria di centenaria fondazione che da anni è però diventata famosa non tanto per la sua storia, quanto per lo sfornare progettisti talentuosi, tanto che può vantare una media di quasi il 100% di laureati che trova occupazione nel proprio campo d’impiego entro il primo anno dalla fine studi».


Fonte: Piacenzasera