17/03/2008 - «Brescia Casa» pensa a domani

Edizione chiusa con 25mila presenze 
«Brescia Casa» pensa a domani

Saranno le luci, i suoni e le sensazioni nella casa moderna i protagonisti della prossima edizione di Brescia Casa. A meno di 24 ore dalla chiusura della ventisettesima edizione, stanno già pensando al futuro gli organizzatori dell’evento dedicato all’abitare ospitato nei padiglioni di Brixia Expo. Ventisettesima edizione che ha visto incrementare leggermente il numero di visitatori, consolidando le 25 mila presenze del 2007. Risulta in leggero calo il pubblico pagante, ma aumentano i visitatori che si avvicinano alla manifestazione raccogliendo gli inviti distribuiti dai circa 300 espositori presenti, che spaziavano dalle cucine e casalinghi sino ai mobili, all’illuminazione e al giardinaggio. Ieri Brixia Expo ha anche conferito particolari riconoscimenti alle persone che hanno contribuito all’innovazione della fiera organizzando eventi e convegni. «Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno preso parte attiva - spiega il presidente di Brixia Expo Carlo Massoletti - per permettere di dare forma alle idee presenti quest’anno in fiera. Brescia casa è pronta a giocarsi a tutto tondo proiettandosi già verso il futuro, in cui la prossima edizione sarà costruita sulle luci, sui suoni e sulle sensazioni della casa moderna». Durante le premiazioni una particolare menzione è andata a Piera Gandini, Machina Lonati e al Comitato per l'Imprenditoria Femminile.
«Ringrazio gli espositori che hanno dato valore alla manifestazione, - ha dichiarato Anna Maria Gandolfi, Presidente del Comitato per l'Imprenditoria Femminile - Il nostro comitato è un organismo che, tramite la Camera di Commercio si occupa di diffondere sul territorio la conoscenza della cultura d'impresa, delle facilitazioni per l'accesso al credito, della conciliazione dei tempi per le donne». «Il nostro impegno attivo - ha sottolineato anche Claudia Taurisano sempre del C.I.F. - si rivolge a scuola ed università, contribuendo al perfezionamento della documentazione necessaria per avere diritto alle sovvenzioni presso aziende, banche e confidi».
Sulle innovazioni future di Brescia Casa, interviene anche l’amministratore delegato di Brixia Expo Marco Citterio, «occorre cambiare e farlo insieme agli espositor, sviluppando aree tematiche sempre più impegnative relative al design, ai convegni e all'arredo biocompatibile. In questa edizione è stata fondamentale la collaborazione degli espositori per la realizzazione delle aree «Design & Emotion, delle mostre di Sottsass e Mondini, e del progetto Brescia 2015 attorno a cui hanno ruotato i numerosi convegni in programma».
d. lor.


Fonte: Giornale di Brescia