31/03/2008 - UN’ANIMAZIONE TEATRALE NELL’AMBITO DELLA MOSTRA

UN’ANIMAZIONE TEATRALE NELL’AMBITO DELLA MOSTRA

«DIETRO LE QUINTE»
«Dietro le quinte» è il titolo dell’animazione teatrale ideata da Ignacio Garcìa che accompagnerà la visita della mostra nei giorni 11 e 18 aprile, 9, 16, 23 e 30 maggio, 6 e 8 giugno, sempre con inizio alle ore 17.30. Nello spettacolo si immagina che 7 personaggi di diverse epoche, accomunati da professioni strettamente legate al teatro, espongano ricordi legati alle grandi cantanti liriche cui è dedicata l’esposizione. Guidati dal regista Mariano Dammacco, gli attori provengono dal Corso Stars dell’Università Cattolica di Brescia. I loro nomi sono Pietro Anastasi, Serena Balivo, Andrea Manera, Luca Moreni e Miriam Scalmana. L’ultimo personaggio del cast è invece interpretato dalla cantante Annalisa Stroppa, studente del Conservatorio «Luca Marenzio». Costumi e attrezzeria sono curati dalla scuola di scenografia dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia.

UN VIAGGIO DAL 1835 DAL 1955
Il viaggio dietro le quinte comincia il 7 aprile 1835, quando il pittore e scenografo del teatro Carcano di Milano racconta la sua emozione nel vedere Maria Malibran cantare «La sonnambula» di Bellini. Si passa quindi al 18 novembre 1918, al Metropolitan di New York, con la parrucchiera di Rosa Ponselle che ricorda quando la diva fece la sua prima apparizione accompagnata da Enrico Caruso. Un anno più tardi, al teatro Colon di Buenos Aires, la corista di Claudia Muzio mostra il libro della recita di «Manon Lescaut». Altri personaggi sono il macchinista del Covent Garden di Londra, la sarta di Gina Cigna, un violinista dell’Opéra di Parigi, ammiratore di Renata Tebaldi, e infine una giovane cantante che nel 1955 passeggiava dentro il teatro alla Scala con la partitura della «Sonnambula» a lei dedicata dall’incomparabile Maria Callas, nella notte del debutto sotto la bacchetta di Leonard Bernstein.


Fonte: Giornale di Brescia