18/04/2008 - In fiera le idee per innovare

In Fiera le idee per innovare  
Da oggi a domenica festa patronale con tante novità. Il ruolo delle scuole
 
Il municipio del paese e il sindaco, Natale Azzini
 
Ad organizzare con l’Amministrazione comunale sono la Pro loco, gli assessorati della Pubblica Istruzione, Attività produttive, agricoltura e alimentazione della Provincia di Brescia, la Coldiretti, il Centro Culturale S. Filippo di Fiesse e l’Accademia di Belle Arti S. Giulia di Brescia. Ogni realtà mette a disposizione energie e forze per dare alla Fiera il debito risalto nei diversi ambiti di interesse. Priorità negli allestimenti è data agli Istituti scolastici del circondario e della provincia. Infatti, sono stati coinvolti L’Itis Castelli, l’Isituto tecnico Capirola di Brescia, il Bonsignori di Remedello, l’Ipsia Dandolo di Bargnano di Corzano, invitati a mettere i mostra i progetti innovativi elaborati e destinati a valorizzare il tema di fondo che si riassume in «Le scuole che progettano. Le Aziende che innovano».
La rassegna verrà insediata nei locali della scuola elementare, nella palestra municipale e negli spazi attigui; sarà animata da stand hobbistici del settore artistico, poi da quelli di Avis, Pro loco, Cooperativa «Il Gelso» di Ghedi, e delle Istituzioni scolastiche, con in visione l’attività dell’Accademia S. Giulia (partner con il Comune nella promozione), con laboratori di arte, pittura, scultura, mosaico e grafica. E sarà questo l’input per una stretta azione di collaborazione culturale che si svilupperà per alcuni mesi.
Quindi tanta carne al fuoco in Fiera, senza trascurare incontri e dibattiti voluti per focalizzare gli argomenti principi della manifestazione. Il primo è la tavola rotonda oggi, venerdì 18, alle 21 nella Sala civica S. Filippo incentrata sull’argomento «Le fonti rinnovabili: (solare, fotovoltaico, biomasse) nuove possibilità per l’agricoltura». Alla conferenza saranno presenti Lorenzo Bazzana (caposervizio tecnico-economico della Coldiretti nazionale), Gianfranco Tomasoni (assessore provinciale dell’Agricoltura), Ettore Prandini (presidente provinciale Coldiretti), Mario Braga (consigliere regionale Ersaf Lombardia), Mauro Conti (funzionario Bit spa) e Marco Tebaldini (progettoRedubar gruppo impresa). Si dibatterà sul rapporto e l’impiego delle fonti di energia rinnovabili nel processo di sviluppo per le imprese agricole.
Il programma della Fiera fissa per domani, sabato, alle 18 l’inaugurazione della mostra pittorica «Il respiro dell’acqua nel paesaggio», esposizione sempre collocata nella Sala S. Filippo (vedi articolo sotto). Alle 21, invece, nella chiesa parrocchiale di S. Maria Maddalena della frazione Cadimarco si terrà il concerto di musica sacra eseguito dal «Coro città di Brescia».
Dalle 10 di domenica si apriranno gli stand e i punti espositivi delle scuole, delle aziende (fra queste quella agricola di Achille Zava che dispenserà assaggi gratuiti di carne chianina) e delle associazioni. L’inaugurazione ufficiale sarà alle 11. Alle 11.30 aperitivo di benvenuto a cura dell’Istituto professionale alberghiero di Bargnano. Alle 16.30, invece, si terrà uno spettacolo di animazione «I pappagalli dei Caraibi show», rappresentato dall’Associazione «Circo del Capitano». 
«Vogliamo dare all’evento una propria specifica fisionomia, che superi il carattere di tradizionale festa patronale, vissuta come ricorrenza principalmente religiosa pur con iniziative di carattere distensivo e culturale. Superando questi concetti che hanno da sempre contraddistinto la Fiera di S. Giorgio, abbiamo inteso identificarla anche quale "Fiera delle Idee", aprendola in specifici campi innovativi e di largo interesse». Così il sindaco di Fiesse, Natale Azzini, illustra l’aspetto di fondo che si vuole dare alla Sagra di S. Giorgio, quest’anno festeggiata a Fiesse il 18, 19 e 20 aprile. Pur rimanendo ben saldo il suo aspetto originario di Festa patronale, con manifestazioni devozionali in onore del protettore, l’avvenimento, da quest’anno, si propone con un’altra veste, appunto identificandosi come contenitore innovativo che punta a sostenere e valorizzare i diversi campi: dalla formazione all’istruzione, dall’artistico al produttivo.  

Fonte: Giornale di Brescia