14/05/2008 - I musei sfornano operatori culturali

Progetto didattico tra Mazzucchelli e Accademia S. GIULIA

I musei sfornano operatori culturali

L'Accademia di Belle Arti di Brescia SANTA GIULIA e i Musei Mazzucchelli di Ciliverghe di Mazzano hanno presentato un nuovo corso di studi volto alla formazione del nuovo profilo professionale di «Operatore culturale museale». Obiettivo primario del progetto sarà quello di fornire competenze, teoriche e pratiche, volte alla valorizzazione del patrimonio del territorio. In tal senso, al percorso in Accademia si affiancherà uno stage formativo nella sede museale. Non solo, il diploma triennale in didattica dell'arte punta alla formazione anche di guide e operatori turistici, che potranno collaborare con gli enti pubblici deputati alla promozione e valorizzazione turistica del territorio provinciale. Massimiliano Capella, direttore del polo museale, Riccardo Romagnoli, direttore dell'Accademia di Belle Arti di Brescia SANTA GIULIA ed Eugenio De Caro, vice-direttore dell'Istituzione, nonché responsabile del progetto, hanno illustrato modalità e intenti di tale operazione in attesa dell'approvazione definitiva da parte del ministero dell'Università e della ricerca. L'Accademia intende attivare all'interno della Scuola di didattica dell'arte un diploma di primo livello specificatamente dedicato alla comunicazione e didattica dell'arte con l'obiettivo di assicurare la formazione di profili professionali capaci di valorizzare, attraverso adeguati strumenti di comunicazione e di insegnamento, le innumerevoli valenze storico-artistiche, monumentali e archeologiche del patrimonio artistico-culturale del territorio. I Musei Mazzucchelli metteranno a disposizione le proprie competenze e strutture per accogliere a titolo di Stage formativo gli studenti dell'Accademia per operare e crescere all'interno dei percorsi tematici, laboratori ed eventi espositivi e culturali. Il profilo che andrà a formarsi sarà quello dell'Operatore culturale museale, in grado di ideare e allestire spazi didattici e laboratori finalizzati alla divulgazione del patrimonio culturale, di condurre laboratori e percorsi didattici o tematici e di strutturare e presentare itinerari turistici sul territorio, di lavorare in equipe in reti istituzionali, basate anche sull'interazione tra pubblico e privato. L'Operatore culturale museale possiederà pertanto anche competenze che lo presenteranno come guida e operatore turistico e si offrirà in tal modo anche come preziosa risorsa per gli enti pubblici in vista della promozione e valorizzazione anche a fini turistici del territorio provinciale. Grazie all'accordo sottoscritto con i Musei Mazzucchelli, ogni anno gli studenti saranno tenuti ad effettuare uno stage per l'ammontare complessivo di diciotto crediti formativi presso gli stessi Musei (o presso altri Musei con essi in rapporto). L.B.


Fonte: Bresciaoggi