23/01/2009 - Sinergie e innovazione per i musei di Brescia

IL PROGETTO. UN «PATTO» TRA IL COMUNE, LA PROVINCIA E L’ACCADEMIA SANTA GIULIA
Sinergie e innovazione per i musei di Brescia

Comune, musei e formazione accademica si mettono in rete per valorizzare il patrimonio artistico della città. Con un accordo siglato fra Comune di Brescia, Fondazione Brescia musei e Accademia di belle arti Santa Giulia, verranno messe in campo nuove strategie per le strutture museali.
«È il primo di una serie di accordi che verranno firmati nei prossimi mesi; a breve con la Provincia sarà attivata una collaborazione in ambito culturale - spiega l’assessore comunale alla Cultura Andrea Arcai -. La strategia è creare una rete fra realtà che fanno cultura, arte e formazione sul territorio, in base al principio della sussidiarietà, per ottimizzare le risorse e risultati in termini di proposta e fruizione del patrimonio artistico cittadino».
L’intesa con l’accademia Santa Giulia prevede l’organizzazione congiunta di eventi artistico-culturali per mantenere vivo il legame fra la storia della città e il futuro di Brescia come città d’arte. La collaborazione potrà riguardare incontri dedicati all’arte e una mostra o un evento specifico in uno spazio museale.
L’elemento forse più innovativo dell’intesa prende spunto dall’avvio all’accademia SantaGiulia di un nuovo corso di laurea triennale di primo livello per formare «Operatori museali», che partirà dal prossimo anno accademico, e rientra nella più generale sezione di «Didattica dell’arte» secondo le nuove direttive ministeriali.
«Ci siamo concentrati sugli operatori museali perché Brescia è una città ricca di poli espositivi - spiega il direttore dell’accademia Santa Giulia, Riccardo Romagnoli -, e il nostro obiettivo è progettare figure che servano al territorio».
Il corso per operatore museale intende formare una figura polivalente, che non sia solo una guida, ma anche un comunicatore e un organizzatore: una figura capace di ideare itinerari inediti nei musei, di divulgare con appositi progetti la ricchezza del patrimonio artistico, di creare collaborazioni con il privato.
Il Comune e Brescia Musei, in base all’intesa, si inseriranno in questo progetto mettendo a disposizione gli spazi dei musei cittadini per studenti e professori della nuova laurea triennale, che potranno ideare e sperimentare fra le sale espositive nuove modalità di fruizione. L’Accademia metterà a disposizione strumenti multimediali e digitali per valorizzare le opere e il patrimonio museale, secondo progetti condivisi col Comune.LI.CE.

Fonte: Bresciaoggi