01/03/2009 - Brescia Casa Design, sfida alla crisi

BRESCIA CASA DESIGN, SFIDA ALLA CRISI - A BRIXIA EXPO. Taglio del nastro alla presenza delle autorità e primi visitatori alla 29esima edizione della rassegna, incentrata sul tema del design

Si è ufficialmente alzato ieri mattina il sipario di Brescia Casa Design, la fiera dell’arredamento allestita nei padiglioni di Brixia Expo. Un taglio del nastro in grande stile, alla presenza di autorità locali, sotto gli occhi dei primi visitatori.
Il leit motiv scelto quest’anno dal team di Brescia Casa, il design come valore aggiunto degli oggetti, è tangibile fin dall’ingresso della rassegna espositiva. Questa edizione, la 28esima, si preannuncia originale e destinata a lasciare un segno nel pubblico.
Numerose coppie, giovani e famiglie hanno già visitato i vari stand, presenti in numero maggiore rispetto allo scorso anno. Basta guardare il Salone, di oltre 15mila metri quadrati, completamente occupato dagli spazi espositivi. 200 le aziende in vetrina, in rappresentanza di 500 marchi.
ARREDO ACCESSORI di design, arredo bagno, articoli da regalo, articoli idrosanitari: si va dalle proposte più semplici a quelle per i palati più esigenti. E poi ancora articoli casalinghi, per l’illuminazione, sistemi di sicurezza ed allarme, casseforti. In mostra c’è ogni particolare capace di impreziosire con stile il focolare domestico. È una ventata di ottimismo e voglia di contatto diretto con i clienti quella che si respira a Brescia Casa Design, in un periodo delicato come questo di crisi economica: «Ci aspettiamo un grande interesse da parte del pubblico – ha detto Carlo Massoletti, presidente di Brixia Expo - perché quest’anno abbiamo ampliato notevolmente la Fiera. Questo è un momento di grande difficoltà per l’economia, ma vede i nostri espositori più numerosi, più presenti e molto più predisposti ad accogliere i clienti».
Di grande impatto lo spazio culturale dedicato ai «Sensi attraverso l’industria» allestito in collaborazione con l’Istituto Machina, Accademia Santa Giulia e Formaindustria che ha attirato l’attenzione di numerosi studenti. «Speriamo che i giovani si avvicinino sempre più alla produzione – ha detto Riccardo Romagnoli direttore di Formaindustria - perché ci occupiamo di formazione a progetto. Per noi quest’anno è una grande occasione perché ci presentiamo con “Formaundustria” che è la prima azienda, penso, in Italia fatta da tre docenti e quattro studenti. È una novità con cui abbiamo creato connubio tra formazione a progetto e produzione». Brescia Casa Design è visitabile anche oggi e nel prossimo fine settimana.



Fonte: Bresciaoggi