22/03/2009 - L’arte rupestre: cento anni di scoperte

L'ARTE RUPESTRE: CENTO ANNI DI SCOPERTE - Inaugurazione. Oggi a Palazzo Martinengo in via Musei

Apre oggi a Palazzo Martinengo di Brescia, in via Musei, la mostra «La Valle delle incisioni. 1909-2009 cento anni di scoperte; 1979-2009 trenta anni con l’Unesco»: l’inaugurazione è prevista alle ore 17.
L’obiettivo della mostra - curata da Raffaella Poggiani Keller, direttore archeologo della Soprintendenza per i Beni archeologici della Lombardia - è quello di ripercorrere la storia delle ricerche sull’arte rupestre camuna, per ricostruire quanto è stato fatto e studiato nei cent’anni ormai passati dalla prima segnalazione. Parallelamente, il percorso illustra le più significative scoperte recenti, attraverso l’esposizione di monumenti originali mai prima esposti, cronologicamente scalati tra il Paleolitico e la protostoria. L’esposizione si propone anche quale invito alla visita dei molti Parchi d’arte rupestre presenti in Valle, alcuni dei quali verranno presentati al pubblico per l’occasione. E attraverso le immagini di un grande fotografo, Emmanuel Breteau, si sottolinea la modernità del fenomeno delle incisioni quale elemento di tradizione fino ad età storica moderna e contemporanea e, come tale, elemento identitario della cultura camuna.
L’allestimento, particolarmente suggestivo, apre squarci di natura en plein air all’interno di un luogo architettonico, ricrea attraverso immagini di alberi, boschi, radure elaborate pittoricamente e sapientemente illuminate l’habitat in cui i reperti archeologi sono collocati.
La rassegna è accompagnata da attività collaterali in Palazzo Martinengo: uno specifico laboratorio didattico-creativo per le scuole, «Segni camuni», e un ciclo di conferenze a cura di autorevoli studiosi del settore. Inoltre, la delegazione Fai di Franciacorta Sebino Valcamonica offre tutti i venerdì alle ore 15 una visita guidata gratuita alla mostra riservata ai propri aderenti.
La mostra, aperta fino al 10 maggio, è visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.


Fonte: Bresciaoggi