13/05/2009 - Quattordici cartoline firmate SantaGiulia

QUATTORDICI CARTOLINE FIRMATE "SANTAGIULIA"

Dopo il francobollo celebrativo e la Notte bianca, l’edizione 2009 della Mille Miglia aggiunge l’ennesimo tassello al suo mosaico fatto di storia e passione.
La scuola di Polizia giudiziaria, amministrativa e investigativa di Brescia (polgai), in collaborazione con l’Accademia delle belle arti «SantaGiulia», ha realizzato quattordici cartoline commemorative delle edizioni storiche della «corsa più bella del mondo».
I DISEGNI raffigurano i momenti più importanti della competizione negli anni antecedenti la seconda guerra mondiale, dal 1927 al 1940, quando ancora si trattava di una gara di velocità, prima che i numerosi incidenti obbligassero gli organizzatori a cambiare formula.
Le raffigurazioni sono state curate da Chiara Cirsologo e Francesca Longhini, due tra le migliori disegnatrici dell’Accademia, che con i loro acquarelli hanno voluto imprimere nella carta i passaggi più significativi della gara originaria, momenti che per la loro straordinaria intensità hanno contribuito ad alimentare il mito Mille Miglia.
LA RASSEGNA DI DISEGNI che vedono coinvolta Brescia prende avvio dall’arrivo in piazza Loggia dell’edizione 1927: due ali di folla accolgono l’Om 665 di Ferdinando Minoia e Giuseppe Morandi, giunta per prima al traguardo, scortata dai compagni di scuderia Timo e Mario Danieli con Renato Balestrero e Archimede Rosa.
Dalla città ci si sposta alla provincia nella cartolina dedicata alla corsa del 1930. Desenzano fa da sfondo al sorpasso «al buio» della coppia Tazio Nuvolari-Gian Battista Guidotti, alla guida della mitica Alfa Romeo 6c, sui compagni di squadra Achille Varzi e Carlo Canavesi. Ritroviamo uno scorcio cittadino nel disegno del primo Gran Premio della Mille Miglia, realizzato chiudendo le strade di Brescia il 28 aprile 1940.
NEL PARTICOLARE È raffigurata l’Alfa Romeo 65 2500 ss spider della coppia Giuseppe Farina-Paride Mambelli, classificatasi seconda al termine della manifestazione. Nelle altre cartoline sono rappresentati alcuni passaggi della gara lontano dalla nostra provincia.
Tra questi, da ricordare il transito per il Passo della Futa, Cremona, Ancona e Firenze, insieme con il giro di boa nella capitale.
La distribuzione delle cartoline è curata dalla Scuola polgai di via Ludovico Pavoni, che le regalerà al pubblico nella propria sede, in occasione della mostra da poco inaugurata sulle uniformi storiche della Polizia italiana, che resterà aperta fino al 19 maggio.AL. ARM.


Fonte: Bresciaoggi