05/06/2009 - Gli studenti lavoratori

GLI STUDENTI LAVORATORI - FOPPA. Una realtà aziendale in miniatura per chi sta per finire i corsi di Machina e SantaGiulia

Tirocini professionalizzanti per gli alunni dell’ultimo anno.
Una realtà aziendale in miniatura costruita ad hoc. Un professionista-insegnante che supervisiona il lavoro e dà consigli. Un gruppo di ex-studenti alle prese - per davvero - con il mondo del lavoro, grattacapi inclusi. Si chiama «GiovaniperL'impresa» il programma di tirocini professionalizzanti creati dal gruppo Foppa per gli studenti che concludono l'ultimo anno del Machina Lonati Fashion and Design Institute e dell'Accademia di Belle Arti SantaGiulia. Siglato ieri in via Tommaseo tra Giovanni Lodrini, amministratore delegato del gruppo Foppa, e Aristide Peli, assessore provinciale al Lavoro, l'accordo vede impegnata la Provincia di Brescia nell'erogazione di un finanziamento di 20 mila euro all'anno per un triennio - 60 mila euro in totale - per lo sviluppo del programma.
Il progetto è partito a settembre 2008 con la prima sperimentazione. «FormaIndustria» è la prima azienda nata all'interno del contenitore «GiovaniperL'impresa», dove un gruppo di professionisti prestati al mondo della formazione e un gruppo di studenti del Machina Lonati Fashion and Design Institute e dell'Accademia di Belle Arti SantaGiulia operano in campo nazionale e internazionale nei settori inerenti lo sviluppo di prodotti industriali. La peculiarità di «FormaIndustria» è che i veri imprenditori sono i giovani.
SONO LORO A DOVERSI procurare il lavoro, sono loro a farlo e sono loro a essere pagati in base alle proprie capacità imprenditoriali, tutto insomma come in un'azienda reale. «In questo caso non si tratta di un'alternanza scuola-lavoro - spiega Riccardo Romagnoli, direttore dell’Accademia di belle arti SantaGiulia e di Machina Lonati Fashion and Design Institute -, ma di uno strumento che completa la figura professionale del ragazzo che può fare esperienza nel mondo del lavoro». L'obbiettivo è creare, all'interno della scatola «GiovaniperL'impresa» tante piccole società che vadano a rispecchiare i settori di studio degli istituti: quindi moda, restauro, design e altro. «La volontà del gruppo è quella di clonare FormaIndustria - commenta Giovanni Lodrini -, di modo che diventi una palestra in cui gli studenti possano allenarsi sul tema lavorativo».
«GiovaniperL'impresa» è appoggiato dall'assessorato al Lavoro della Provincia, perché «collegare la scuola all'impresa è la carta vincente», sottolinea l'assessore Peli. «Questa è una sperimentazione e come tutte le novità c'è del rischio - continua -, ma come l'imprenditore rischia nel proprio lavoro, anche la scuola dev’essere capace di rischiare ed essere al passo con i tempi».
Il format è aperto a tutti gli studenti del Machina Lonati Fashion and Design Institute e dell'Accademia di belle arti SantaGiulia in procinto di finire gli studi. «Una bella novità per le famiglie, sapere che al termine del classico percorso di studi c'è un'opportunità in più per i propri figli», conclude Lodrini.

 


Fonte: Bresciaoggi