14/06/2009 - Allievi del Marenzio in San Giovanni e in Castello

ALLIEVI DEL MARENZIO IN SAN GIOVANNI E IN CASTELLO

BRESCIADoppio appuntamento stasera per gli allievi del Conservatorio Marenzio di Brescia.
HAYDN E MENDELSSOHN IN… CANTO, questo il titolo del concerto alle 21 nella chiesa di S. Maria del Carmine con la Classe di Esercitazioni Corali del Conservatorio di Brescia diretta da Silvio Baracco, solisti il soprano Lin Ling Hui, il mezzosoprano Romina Tomasoni e l’organista Matteo Falloni . La serata, che avviene nell’ambito della rassegna «Giugno a San Giovanni» propone un bellissimo programma, che inizia con «Qui non posset contristari» per soprano e organo e «Fac me vere tecum flere» per mezzosoprano e organo da «Stabat Mater» di Haydn. Di Mendelssohn il Coro misto del Conservatorio esegue i «Tre mottetti latini» op.39 per voci femminili e organo (Veni Domine, Laudate pueri, Dominica II post Pascha), il Coro misto «Hymne» per soprano, coro e organo e i «Drei geistliche Lieder» per mezzosoprano, coro e organo.
IL COMBATTIMENTO DI TANCREDI E CLORINDA, madrigale in stile rappresentativo di Claudio Monteverdi, ispirato al Canto XII della Gerusalemme liberata di Torquato Tasso, si replica stasera alle 20,30 nel parco del Castello e nel piccolo Miglio. Lo spettacolo, a cura del Conservatorio Marenzio e dell’Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia, è proposto in una drammaturgia itinerante di 13 stazioni con alcune azioni sceniche ed interventi coreografici curati da Giulia Gussago della Compagnia «Lyria«. Gli interpreti del madrigale sono Guido Trebo (Testo), Filippo Filipov (Tancredi) e Cheng Hsin-Yi (Clorinda) con l’Ensemble Barocco del Conservatorio. Regia, scene e costumi degli studenti dell’Accademia: Giorgio Merigo, Damiano Comelli, Silvia Borserini, Ramona Ceretti, Daniela Bonardi e Veronica Bosis.
Direttore artistico è il regista spagnolo Ignacio Garcia.


Fonte: Giornale di Brescia