12/09/2009 - Mobilità sostenibile, Brescia in bici

MOBILITA' SOSTENIBILE, BRESCIA IN BICI - Il primo obiettivo: censire i ciclisti sulle strade bresciane In campo quaranta volontari per la mappa delle due ruote.

L’EVENTO. Da mercoledì 16 settembre a lunedì 21 la Settimana Europea dedicata alla sensibilizzazione all’utilizzo del mezzo più ecologico.


Sabato 12 Settembre 2009 CRONACA, pagina 15 e-mail print   Sostenibile per l’ambiente e per tutte le tasche. Dopo le agevolazioni per gli studenti universitari che devono muoversi in città, il Comune di Brescia continua a puntare su strategie di viabilità eco-compatibile e anche quest’anno aderisce alla Settimana europea della mobilità, arrivata all’ottava edizione. Un’occasione, da mercoledì prossimo 16 settembre fino al lunedì successivo, per promuovere il trasporto pubblico e l’uso della bici, con il sostegno della Direzione generale dell’ambiente della Commissione Europea.
PRIMO OBIETTIVO, mercoledì prossimo, la rilevazione dei ciclisti sulle strade: «È un censimento vero e proprio - spiega Giorgio Guzzoni, presidente dell’associazione Amici della Bici di Brescia -: una quarantina di volontari si sparpaglieranno per le strade e prenderanno nota di quanta gente passa in bicicletta, quale l’età media, se e in quanti indossano il casco». In tanti si sono rimboccati le maniche per l’evento, a partire da Palazzo Loggia fino agli atenei bresciani, le circoscrizioni e le partecipate comunali. «La novità quest’anno sta nel forte contributo delle scuole», riferisce Nicola Orto, assessore alla Mobilità e al Traffico in Loggia, che poi prende in contropiede l’artista Riccardo Romagnoli e non esita a introdurre l’opera realizzata dalla scuola di scultura per la rassegna: una bicicletta gigante, alta 3 metri e larga 4 per un peso di 50 chili. Un tributo alla bici che le istituzioni vorrebbero addirittura mettere, un giorno, in museo dedicato proprio alla storia della due ruote più ecologica.
DA MERCOLEDÌ a venerdì inoltre si potrà arrivare al lavoro e all’università gratis, chiaramente, se si sceglierà di spostarsi in autobus. «Basta richiedere il titolo di viaggio in Comune o in circoscrizione - spiega Orto - e stamparlo una volta ricevuto via mail. Nessun controllore avrà nulla da eccepire». I primi a dare il buon esempio sono stati proprio i presidenti di circoscrizione che sono saliti su cinque biciclette a pedalata assistita messe a disposizione da Palazzo Loggia. «Speriamo le usino per più di una settimana», scherza l’assessore Orto.
«Ci siamo mossi in squadra perchè i concetti di eco-compatibilità e risparmio energetico entrino davvero a fa parte della quotidianità dei bresciani»: fiero della sinergia tra gli organizzatori della rassegna, Maurizio Margaroli, assessore comunale al Commercio, tiene a precisare che «stiamo lavorando per una Brescia sostenibile». E anticipa: «Sabato prossimo 19, nel pomeriggio, piazza Duomo diventerà un enorme giardino grazie a Fiorinsieme. In mostra per due giorni piante e fiori: ci si sbizzarriranno animatori e attori, perchè la natura esposta nel centro storico di Brescia farà da scenografia ad una serie di rappresentazioni». «Mi auguro che i propositi ambientalisti non si esauriscano con la Settimana Europea della Mobilità - commenta poi Ennio Garzetti, presidente della circoscrizione Est - a tutti noi farebbe bene usare più la bici e meno l’auto, tutto l’anno però». D’accordo con lui anche Giacomo Lini, a capo della Sud, che precisa come iniziative simili migliorino la vivibilità della città e consentano di individuare i punti nevralgici di traffico e viabilità, senza dimenticare l’importanza di un altro aspetto: il risparmio energetico. «Io per primo non sono abituato a lasciare la macchina parcheggiata fuori casa e muovermi con i mezzi - pubblici - ammette Flavio Bonardi, presidente della circoscrizione Centro - e credo che dovremmo inziare a studiare, insieme a Brescia Trasporti e alle istituzioni, un sistema viario di interscambio che funzioni, partendo da idee come Bici Mia, per dare ai bresciani la certezza che anche senza automobile, spostarsi a Brescia è possibile».
PER CHI VOLESSE sapere poi quale mezzo ecologico potrebbe sostituire l’auto, domenica 20 settembre in piazza Loggia sarà esposta una serie di veicoli elettrici e di ultima generazione con esempio su tutti: il «Segway», gioiellino di tendenza tra i giovani d’oltreoceano. Due ruote e un manubrio che viaggiano fino a 20 chilometri orari in base allo spostamento del peso corporeo: mantenerlo non costa nulla, comprarlo però, ben 7 mila euro.
La Settimana della mobilità sostenibile non dimentica i più piccoli e sempre domenica 20, su iniziativa della coop Cauto, prevede momenti di gioco e animazione che corrono sul filo conduttore di ecologia e ambiente. «Non c’è dubbio sul fatto che si debba lavorare per una Brescia sostenibile - conclude il presidente di Brescia Trasporti Andrea Gervasi -: su 219 autobus, 109 sono a metano e se il Comune ci darà una mano vedremo di farli diventare tutti ecologioci».

 


Fonte: Bresciaoggi