27/01/2010 - Montirone. Affreschi dell’Accademia per il cimitero

MONTIRONE. AFFRESCHI DELL'ACCADEMIA PER IL CIMITERO

MONTIRONE - In tempi affatto biblici il camposanto di Montirone è destinato a cambiare. Non la sua funzione, ovviamente, che era e resterà sempre quella di accogliere le spoglie dei cittadini dopo il loro passaggio su questa terra. Il cambiamento annunciato è (crediamo sia proprio il caso di usare questa espressione) «di facciata».
Il fatto è che, tramite il sindaco Francesco Lazzaroni e l’assessore ai Lavori pubblici Massimo Stanga, che si sono fatti carico in prima persona di seguire questa pratica, l’Amministrazione comunale ha siglato un accordo ad hoc con l’Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia, col dichiarato obiettivo di mettere a punto un piano di valorizzazione del cimitero comunale. Dopo una lunga e attenta valutazione delle possibili modalità di intervento, nei giorni scorsi si è giunti alla sottoscrizione di un particolare protocollo di accordo, grazie al quale «l’arte e la bellezza diverranno gli strumenti culturali per la valorizzazione dell’area cimiteriale di Montirone».
L’arte, insomma, e in particolare la pittura, che siamo abituati ad ammirare anche e soprattutto all’interno delle nostre chiese, fa il suo ingresso ufficiale nel camposanto.
«Nei prossimi mesi - spiega Francesco Lazzaroni entrando nel merito di questo singolare progetto - il nostro cimitero diventerà un vero e proprio laboratorio artistico a cielo aperto, dove gli studenti dell’Accademia Santa Giulia, naturalmente sotto la direzione di docenti esperti, daranno inizio a un’opera di decorazione di alto livello di alcune superfici murarie. Tradotto in pratica, e in sostanza, significa che gli studenti dell’Accademia cittadina abbelliranno con decorazioni, affreschi e cose del genere, naturalmente di argomento e carattere religioso, le facciate della nuova ala del nostro camposanto. Parte del quale, alla fine dell’intervento non risulterà più solamente dipinto o tinteggiato, ma affrescato; avrà, insomma, un aspetto che riteniamo possa essere assai gradevole».
Si è arrivati alla sottoscrizione dell’accordo, continua il primo cittadino, «grazie a David Lafede che, essendo di Montirone, e insegnando all’Accademia, in sostanza ha fatto da tramite. Tempo fa, infatti, questo nostro concittadino è venuto da noi con questa proposta, che abbiamo subito accettato in quanto l’abbiamo ritenuta cosa buona e bella».gaf


Fonte: Giornale di Brescia