20/04/2010 - I CULUR DE PRESEI

PRESEGLIE. Da venerdì in scena la quinta edizione della rassegna I «Culur de Presei»:tre giornate magiche Massimo Pasinetti Un cartellone all’insegna di appuntamenti con l’arte tuffi nella storia locale e percorsi enogastronomici * Martedì 20 Aprile 2010 * PROVINCIA, * pagina 18 A partire da venerdì, la Conca d’Oro metterà in scena una nuova edizione di una primavera speciale. A Preseglie, infatti, inizierà la quinta edizione de «I culur de Presei», una lunga passerella a suon di fiori, buon cibo, musica e altre forme d’arte (pittura, restauri e scultura), ornitologia, storia e fotografia. Per gestire il tutto, la Pro loco sarà in campo per tre giornate con l’aiuto di biblioteca, alpini, Auser, corale del Visello, oratorio, Polisportiva e Antichi mestieri, e anche con l’Accademia di Belle arti di Brescia «Santa Giulia», e la vetrina, dicevamo, prenderà il via venerdì nel borgo di Zernago. «La partenza sarà al mattino - spiegano Roberto Alberti ed Emanuela Zappini, presidente e segretario della Pro Loco - con l’inaugurazione, nell’auditorium, della mostra di scultura “Il fascino del nudo”, che raccoglie opere dei detenuti della casa circondariale di Verziano guidati da Agostino Ghilardi, docente di Scultura all’Accademia Santa Giulia». Alle 20 poi si inaugurerà l’intera rassegna con la presentazione della ricerca storica «Leggende della Vallesabbia» (curata da Carla Boroni e da Chiara Pancari), con intervento di Alfredo Bonomi, esperto d’arte valsabbino, e con ragazzi presegliesi che leggeranno al pubblico le leggende locali. Dalle 10 di sabato, il borgo di Zernago ospiterà la pittura su legno dei madonnari bergamaschi (con Luca e Marco Rota e con Angela Cerqui, quest’ultima presegliese), e i ragazzi della Santa Giulia impegnati nella scultura con marmo e in quella su creta guidati dai docenti Pietro Ricci e Agostino Ghilardi, e nella decorazione delle santelle di via Massese e via Roma con Enrico Schinetti, e della fontana di via Marconi con Giancarlo Marino. Alle 14 i vivaisti di Garda e Valsabbia mostreranno le rispettive composizioni floreali nei cortili del borgo, mentre 15 pittori esporranno le loro opere. E per il resto, la giornata offrirà altre mostre: i lavori dei bambini della scuola elementare, «Gli scorci di Preseglie» (le foto del Fotoclub 8 Marzo di Vestone), l’hobbistica, i lavori in pietra di Samuel Muri, e i 60 canarini dei gruppi ornitologici «Il Torrazzo» e «Trentina». Ci saranno poi il battesimo della sella del maneggio presegliese «La Fonte del Mago» e il torneo non competitivo di «morra» e, dalle 19, il percorso enogastronomico nei cortili di Zernago, con musica, cibo e rappresentazioni degli antichi mestieri. Infine, domenica il via verrà dato dalla messa con la corale del Visello. Poi proseguiranno i simposi e le decorazioni, e alle 12 ci sarà il pranzo al sacco sul prato. Il capitolo mostre sarà arricchito da quella dei bambini dell’oratorio intitolata «Gli antichi giochi», e per finire toccherà alle premiazioni. Per saperne di più basta contattare il Comune (0365-84221), il 331/2502829 o il sito www.comune.preseglie.bs.it. [FIRMA]
Fonte: Bresciaoggi