05/05/2010 - Dalla SantaGiulia un omaggio alle biciclette

Dalla S. Giulia un omaggio alle biciclette * Mercoledì 05 Maggio 2010 * CRONACA, * pagina 9 È rossa come una Ferrari, ma ha solo due ruote: è la bicicletta donata al Comune dall'Accademia di belle arti Santa Giulia, inaugurata ieri in stazione dall'assessore alla Mobilità Nicola Orto. Non è una vera e propria bici, ma una scultura, simbolo della nuova cultura sostenibile che prende piede anche a Brescia. L'opera è stata realizzata da alcuni studenti guidati da Agostino Ghilardi: «Risale all'agosto del 2009 - ha dichiarato -: credo sia il primo vero monumento alla bici fatto a Brescia ». LA SCULTURA RAPPRESENTA una bicicletta filiforme, realizzata da un tubo di una ventina di metri modellato a partire da una ruota e chiuso sull'altra, in un pezzo unico. Il pregio è la sua leggerezza, solo 50 chili, a dimostrazione di come le due ruote siano simbolo di estrema libertà di movimento. «Non volevamo creare un'opera invasiva - ha spiegato il direttore dell'accademia Riccardo Romagnoli -, ma una scultura piacevole da guardare e certamente simbolica». La grande bicicletta darà il benvenuto non solo ai tanti utenti che ogni giorno in stazione prelevano la propria Bicimia ( alle 7.30 della mattina le colonnine sono già vuote e il servizio le rimpiazza con quelle di scorta ), ma anche ai clienti della ciclostazione. Il parcheggio, inaugurato all'inizio dell'anno scorso, sta riscuotendo molto successo: «Gli abbonamenti sono 250 - spiega Orto - e il servizio non solo offre un posteggio per la bici custodito, ma anche la possibilità di noleggiarne una e di effettuare piccole riparazioni presso l'officina interna». Il cicloparcheggio è aperto 24 ore su 24, mentre le riparazioni si possono effettuare dalle 7.30 alle 19.30 dal lunedì al venerdì ( il sabato fino alle 12.30). I costi per il deposito, dall'euro giornaliero ai dieci mensili, sono ribassati per chi ha un abbonamento ferroviario. MI.BO.
Fonte: Accademia Santagiulia