02/02/2011 - BresciaCasa Design apre le porte ai giovanissimi

Un ritorno alla cultura del fare. Con queste parole Carlo Massoletti e Marco Citterio, rispettivamente presidente e amministratore delegato della Fiera di Brescia, hanno presentato "Artisti & designer interpretano le forme dell'arte": il progetto interdisciplinare che coinvolge, per la prima volta, gli studenti degli Atenei e delle Accademie della città nella progettazione di elementi d'arredo in collaborazione con nove aziende espositrici della trentesima edizione di BresciaCasa Design."Un progetto di ampio respiro - spiega l'ideatore Dario Polatti, docente dello Stars - che coniuga la creatività giovanile con la concretezza di nove aziende (Abitare in legno, Bressaflex, Comini-AM Progetto legno, Fart, Haus Idea, Hotech, Il Truciolo e Putelli). Un esempio di come sia possibile fare rete condividendo strategie e metodo pur nel rispetto delle singole competenze".  Competenze così suddivise: gli studenti del corso di laurea in Disegno industriale della facoltà di Ingegneria si sono occupati di progetti e realizzazione dei prototipi, l'Accademia SantaGiulia del progetto grafico e della comunicazione, la Laba ha curato l'allestimento e la scenografia dell'area espositiva mentre la coordinazione e l'organizzazione era a carico degli studenti dello Stars. "Un evento nel vero senso della parola - ha sottolineato Ruggero Eugeni dell'Università Cattolica - che mette in relazione la società civile con la cultura, in un circolo virtuoso. La scelta di presentarlo alla Triennale di Milano ne è prova ulteriore". Molte delle idee presentate dagli studenti hanno trovato una realizzazione concreta. È il caso di Hotech, azienda specializzata nella produzione di radiatori, che arricchirà il catalogo con 8 modelli progettati da Federica Montresor e Giuliana Mormone. Abitare in legno presenterà in anteprima una pensilina per il servizio di bike sharing (designer: Daniele Castioni) attivo in molte città italiane. Lo scopo è proteggere le biciclette dalle intemperie garantendo all'utente di trovarle sempre in buono stato di conservazione.
Tutte le opere realizzate saranno esposte in un'area antistante l'ingresso di BresciaCasa Design in uno spazio, molto scenografico, all'interno del quale i quattro atenei potranno anche presentare al pubblico i propri percorsi formativi. "In un mercato saturo, il consumatore è alla ricerca costante di nuove proposte che stimolino la sua attenzione - sostiene Luigi Carlo Saulle della facoltà di Ingegneria bresciana - la figura dell'industrial-design, che già in passato ha risollevato le sorti dell'economia italiana, torna così in auge con forza. Le aziende, anche le più tradizionali, sono consapevoli che bisogna presentarsi sul mercato con un'identità forte e con progetti all'avanguardia". Chi meglio dei giovani, da sempre vicini alla contemporaneità, è più adatto per portare fermenti creativi all'interno delle aziende.


Fonte: Giornale di Brescia