19/03/2011 - Primavera fa rima con legalità

Un manifesto di commemorazione di Falcone e BorsellinonLa Regione Lombardia ha istituito con una legge approvata l'8 febbraio, la "Giornata regionale dell'impegno contro le mafie e in ricordo delle vittime" scegliendo quale data per la ricorrenza il 21 marzo.
La nostra città, impegnata a vari livelli nella diffusione della cultura della legalità, ha voluto, come di consueto "essere tra le prime della classe", aderendo alla giornata e organizzando alcune iniziative, rivolte in particolare agli studenti. La Giornata bresciana della legalità, presentata ieri in Loggia, si svolgerà in due giorni lunedì 21 e martedì 22 marzo, ed è stata organizzata dal Comune di Brescia in collaborazione con la Polizia di Stato, la Polizia Locale, il mondo della scuola, dell'università e dell'associazionismo. La mattinata di lunedì sarà dedicata a una serie di attività didattiche e educative per le scuole ospitate nel palazzo municipale e all'ombra della Loggia, mentre alle 20.30 è in programma, nel Vanvitelliano, un convegno sul tema (ne riferiamo a lato, ndr). Gli studenti delle elementari e delle medie, provenienti non solo dalla provincia di Brescia ma pure da Verona, Mantova e Cremona, parteciperanno a percorsi didattici organizzati dalla Polizia di Stato e dalla Polizia Locale e a un incontro sulla sicurezza nel web ospitato nella sala consiliare della Loggia e visiteranno una mostra sul tema della legalità realizzata dagli allievi dell'accademia di Belle Arti Santa Giulia. Ma i ragazzi, oltre a compilare un questionario, preparato dall'Università Cattolica, collegato al progetto «Diario per una vita migliore» saranno gli autori, grazie a due postazioni internet, di un blog in cui raccogliere riflessioni e fotografie sulla giornata, che sarà poi inserito nel sito www.agentelisa.it (progetto "Il poliziotto un amico in più"). Martedì, alle 10.30, il salone Vanvitelliano della Loggia ospiterà invece il convegno, moderato da Maurizio Marinelli, direttore del Centro studi sulla sicurezza pubblica, "La Giustizia è una cosa seria" con Nicola Gratteri, procuratore aggiunto Dda di Reggio Calabria, Antonio Nicaso, scrittore e docente universitario e Adriana Musella, presidente dell'associazione antimafia "Gerbera Gialla".


Fonte: Giornale di Brescia