14/05/2011 - Composizioni: splendono le note di Montalbetti

Nuovi, importanti, riconoscimenti concreti per la musica frutto della creatività del compositore bresciano Mauro Montalbetti. Un suo brano intitolato "Brightness" è stato infatti incluso nel cd "Zingiber" registrato dall'ensemble Sentieri Selvaggi diretto da Carlo Boccadoro.Questo disco è stato pubblicato dall'etichetta americana Cantaloupe e verrà presto distribuito anche nel nostro Paese. Inoltre "Brightness" verrà eseguito dal vivo dall'orchestra Sentieri Selvaggi il 17 maggio al teatro Miela di Trieste; sarà poi riproposto dallo stesso ensemble il 16 giugno a New York nell'ambito dell'importante rassegna di musica contemporanea intitolata "Bang on a Can Marathon". Intanto, sempre di Montalbetti, lo scorso 10 aprile nella Sala Maffeiana di Verona, è stata tenuta a battesimo la composizione per orchestra d'archi "Corpo in controcanto" commissionata al compositore bresciano dai Virtuosi Italiani. "Questo brano - spiega il maestro Montalbetti - trae ispirazione dall'omonima poesia di Flaviano Pisanelli, docente di italiano all'Università di Montpellier: è una sorta di concerto grosso in cui un quartetto d'archi dialoga con il resto della compagine orchestrale, oppure rimane sullo sfondo e ne assorbe le tensioni. A differenza di altre mie composizioni, qui l'aspetto ritmico assume la stessa importanza di quello armonico-timbrico".
Un'altra importante rassegna che darà spazio alla musica di Montalbetti è il 36.mo Cantiere internazionale d'arte di Montepulciano: il 25 luglio verrà proposta una ripresa di "Orchesographie" (2009) da parte dell'Orchestra dell'Università di Manchester diretta da Roland Böer, lo stesso autorevole maestro che recentemente ha diretto "Il flauto magico" di Mozart nientemeno che al teatro alla Scala.
"Attualmente - conclude Montalbetti - sto lavorando ad una composizione per la compagnia di teatro danza Balletto Civile del Teatro Due di Parma diretta da Michela Lucenti. Inoltre ho due grandi progetti in fase di definizione, ma è prematuro parlarne adesso: sono scaramantico".


Fonte: Giornale di Brescia