09/06/2011 - Piazza forme e colori della sicurezza stradale

Dai banchi di scuola all'abbraccio di una piazza, tra musica, sport e divertimento, per parlare di prevenzione e sicurezza sulla strada. E per capire che spesso, da un errore al volante, o in sella a un ciclomotore, "Indietro non si torna". Un monito ma anche il titolo della manifestazione che ieri mattina in piazza Loggia ha concluso il primo anno del progetto - promosso dalla Polizia Stradale in collaborazione con Areu 118, associazione Active sport, Comune, Provincia, Regione, Ufficio Scolastico Territoriale, Bmw Italia, Rotary Rotaract Brescia Vittoria alata e i media partner Giornale di Brescia, Teletutto e Radio Bresciasette - che ha visto come protagonisti i ragazzi delle scuole superiori di città e provincia. Più di mille gli studenti - compresi i più piccoli di alcuni istituti primari e secondari del territorio nell'ambito delle iniziative "Diario per una vita migliore" della Polizia - che hanno popolato il cuore della città, divenuto per una mattina megafono di un messaggio diffuso a suon di note e colori. Senza mai perdere il filo conduttore del progetto: "La sicurezza come la vediamo noi".
Ad aprire la mattinata è stato il saluto di Ellen Hidding, madrina e conduttrice, a fianco di Rudy Galoppini, prima dei set dal vivo dei nostrani The Lozers del Copernico, e The Rock Show dell'Accademia Santa Giulia. Premiate le quattro campagne di sensibilizzazione realizzate dalle classi 4ªF dell'Arnaldo, 4ªB dell'Olivelli Putelli di Darfo, 4ªL del Copernico e 3ª B del Luzzago: "Sono i lavori ritenuti più efficaci sotto il profilo comunicativo che presto verranno stampati su cartelloni in tutta la provincia - ha spiegato Barbara Barra, comandante della Polizia Stradale - perché i veri portavoce sono i giovani, il messaggio ci giunge proprio da loro". "La guida non è un gioco: mani sul volante, cinture allacciate, cellulare staccato", sono solo alcune delle sollecitazioni sollevate dai ragazzi. "Siamo noi i diretti fruitori", hanno rimarcato Diego Ambrosi, assessore comunale alle Politiche giovanili, e l'assessore provinciale ai Lavori pubblici Maria Teresa Vivaldini, sul palco assieme agli sportivi Giacomo Agostini, leggenda del motociclismo mondiale, e del campione di sci Kristian Ghedina. Una grande festa, ravvivata per tutta la mattinata da giochi sui percorsi da minicar dell'Aifvds, laboratori di disegno di Wigo, dal "Tg diario" dell'associazione "Per una vita migliore", simulatori di guida per moto, messi a disposizione da Rotary club di Dalmine Centenario. In chiusura della manifestazione il concerto de "I Dari".

 


Fonte: Giornale di Brescia