03/09/2011 - Al via oggi la prima edizione della Biennale con tre inaugurazioni in contemporanea: al Piccolo Miglio, ai Musei Mazzucchelli e al Forno Fusorio

Le geometriche sinuosità e il rigore minimalista delle sculture di Giacomo Filippini e di Fabrizio Pedrali, collocate sul lungolago di Iseo, Salò e Toscolano Maderno, segnalavano fin da luglio l'arrivo di un'ondata di eventi artistici, ma l'autentica apertura della manifestazione "ArtBrescia", prima edizione di Biennale dell'Arte Contemporanea di Brescia, prende oggi il via con tre inaugurazioni in contemporanea: al Piccolo Miglio del Castello di Brescia con l'artista Giuliana Geronazzo, per un omaggio all'Italia e ai suoi 150 anni, ai Musei Mazzucchelli a Ciliverghe di Mazzano con le fotografie di Marco Girolami e le sculture di Giovanni Lamberti, in arte Le Rond, e al Forno Fusorio di Tavernole, con le opere di denuncia sociale di Nadia Bonometti. Presentata ieri all'Auditorium Balestrieri di Brescia, alla presenza della presidente di ArtBrescia Silvia Landi, del direttore artistico Mino Rossi, dell'assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Brescia Aristide Peli, dell'assessore alla Cultura del Comune di Brescia Andrea Arcai, del direttore dei Musei Mazzucchelli Massimiliano Cappella, del responsabile dell'Ambiente Parco Cristina Guerra e del direttore dell'Accademia Santa Giulia Riccardo Romagnoli, la manifestazione - che si protrarrà fino al 27 novembre - vede un'ampia selezione, eterogenea ed eclettica, di dipinti, sculture, fotografie, installazioni e video ospitati in sedi museali della città e della provincia. L'intento, afferma Mino Rossi, è quello di promuovere l'arte quale emozione, di veicolare giovani artisti senza preclusione né settorialismi di mercato, di diffondere su tutto il territorio bresciano un'autentica cultura dell'arte contemporanea e di costituire una rete di interventi pubblici e privati, mirati alla valorizzazione delle peculiarità bresciane. A tal fine sono state istituite tre sezioni particolari: una prima di artisti internazionali, over 30 anni, presenti nelle sedi di Ambiente Parco di Brescia, al Piccolo Miglio al Castello della città e ai Musei Mazzucchelli, quest'ultima esclusivamente costituita da donne artiste, che aprirà il prossimo 10 settembre; a seguire, una seconda sezione, che partirà il 24 settembre, denominata sezione Internazionali Young e ospitata al Piccolo Miglio. Una terza sezione, infine, che si inaugurerà l'8 ottobre, è dedicata agli studenti delle accademie e verrà ospitata nella sede di Ambiente Parco.
I 135 artisti, provenienti da una trentina di gallerie italiane e straniere, sono stati selezionati dai curatori Ilaria Bignotti, Cristina Zanardi, Giulia Saviori e Valter Fabbri, mentre Riccardo Romagnoli e Massimo Uberti hanno accolto le opere di giovani studenti di accademie italiane inerenti i temi del riciclo, l'effetto serra e la deforestazione.
LE OPERE collocate al Piccolo Miglio evidenziano ancora una volta la contaminazione tra i diversi materiali, l'influenza della tecnica nel lavoro artistico e il difficile dialogo stilistico tra figurazione ed astrazione, mentre quelle collocate nell'Ambiente Parco, in gran parte sculture e installazioni, stimolano una riflessione sul concetto di natura nell'attuale trasformazione climatica ed energetica del nostro pianeta. Accanto a video e sculture oggettuali, tesi al superamento della consueta percezione spaziale, il fruitore si troverà, dunque, allertato in una contaminazione di linguaggi espressivi, volti a ristabilire l'autentico rapporto fra uomo e natura, tra cultura e antropizzazione. Ai Musei Mazzucchelli, con una quarantina di artiste, si insiste invece sull'analisi della condizione femminile nel quotidiano e sulle potenzialità espressive dell'universo femminile, spesso oscurato e discriminato anche dalla storia dell'arte.
NUMEROSI POI gli eventi collaterali che coinvolgeranno differenti sedi espositive della città e di tutta la provincia, mostre personali e collettive, rassegne d'arte e presentazioni, che attraverseranno il territorio fino al 27 novembre. Si segnala, inoltre, che il 17 novembre alle ore 17, all'Auditorium di Santa Giulia, verrà consegnato il Premio Rebus - Moda nell'Arte al maestro della moda Roberto Capucci quale omaggio per il suo apporto culturale ed artistico in Italia e nel mondo.
Ad accompagnare l'esposizione verrà realizzato un catalogo in italiano e inglese. Il fitto calendario degli appuntamenti è visitabile sul sito biennaleartbrescia.com.


Fonte: BresciaOggi