10/10/2011 - Isola del Garda. Le opere ospitate sulla terrazza di Villa Cavazza. giovani scultori in lizza per il simposio "Zanelli"

Le sculture realizzate dai dieci giovani artisti partecipanti al "Primo Simposio internazionale Angelo Zanelli" - svoltosi a Rezzato presso la scuola delle Arti e della formazione professionale "Rodolfo Vantini" dal 5 al 15 settembre - sono state momentaneamente collocate nella splendida terrazza di Villa Cavazza, all'Isola del Garda (San Felice del Benaco), quale primo appuntamento di una serie di esposizioni, prima che ciascuna scultura venga destinata ad uno spazio pubblico dei Comuni di Botticino, Brescia e Rezzato.
I giovani scultori - sotto la costante assistenza del tutor Ivan Confortini - hanno presentato opere di differente approccio estetico: dalla plastica sinuosità che rincorre il dentro/fuori di Marta Benedetti, all'apparente deformazione astratto-figurativa della materia dello spagnolo Josè Manuel Rodriguez Trigueros, dalla ricerca geometrica di equilibri instabili di Matteo Manetti, fino alle trasformazioni simboliche di forme archetipiche di Anna Ghilardi e della polacca Agnieszka Mikolajczyk. L'analisi della materia marmorea, quale essenza di bellezza naturale già esistente, si esalta, poi, nelle opere di Delgado Cristobal, Mariateresa Demma, Alberto Rodolfi e Pierluigi Dander come ricerca di qualità plastiche e di sedimentazioni formali da scoprire. L'iniziativa rientra in un progetto triennale ed è promossa dalla Scuola d'Arte di Rezzato, in collaborazione con il Comune di Rezzato, di Botticino, di Brescia, la Laba - Libera Accademia di Belle Arti, l'Accademia SantaGiulia, la Cooperativa Operai Cavatori del Botticino e il Consorzio Marmisti Bresciani, e cofinanziata dalla Fondazione Cariplo.
La mostra, visitabile fino al 23 ottobre telefonando al 333.2043201, si sposterà, poi, nel giardino di Villa Labus, lascito Balduzzi di Botticino, dal 29 ottobre al 27 novembre e al Museo di Santa Giulia di Brescia, dal 17 dicembre al 14 gennaio 2112.

 


Fonte: BresciaOggi