20/01/2012 - Lo spirito. I partecipanti saranno chiamati a realizzare un prodotto rappresentativo dello spirito della metropolitana

I countdown prendono il via di norma nei secondi conclusivi della giornata del 31 dicembre. Più inconsueto che il conto alla rovescia funzioni... alla rovescia iniziando a metà gennaio in attesa dell'ultimo dell'anno. Certo, non è nemmeno usuale che il traguardo coincida con una nuova partenza, nella fattispecie con quella del primo treno della metropolitana. Che ha posato ieri la pietra fondante della campagna di comunicazione con un'iniziativa a tema. Cronologico, s'intende: il concorso di idee "Too Icon - Metro Brescia Design Contest" per la progettazione degli orologi da collocare all'interno delle stazioni.
"Too Icon" si rivolge agli studenti universitari dei corsi di studio inerenti a discipline di progettazione, design, architettura e arti visive attivati da Università statale di Brescia, Istituto Machina, Accademia SantaGiulia e Libera Accademia di Belle Arti Laba.
I partecipanti, in sostanza, saranno chiamati a realizzare un prodotto rappresentativo dello spirito della metropolitana di Brescia, spirito declinato in "leggerezza, luminosità, sostenibilità, innovazione e utilità sociale" nella presentazione del concorso, cui fa il paio un filmato "che sarà diffuso - illustra l'ingegner Marco Medeghini, direttore generale di Brescia Mobilità - attraverso i canali tradizionali da un lato, ma soprattutto tramite il web, risorsa che consente di raggiungere capillarmente i giovani".
Già, perché l'infrastruttura intende rivolgersi in primis alle nuove generazioni, "più ricettive - interviene Mario Labolani, assessore ai Lavori Pubblici - e più "mobili", tra esigenze di studio e voglia di divertimento", tanto che i vagoni sono progettati "per consentire il carico di biciclette - prosegue l'assessore - segno di lungimiranza e di attenzione ai giovani".
Delle attività di comunicazione - sviluppo di campagne stampa, progettazione di grafiche e web marketing, organizzazione eventi e relazioni con i media - si stanno occupando, in partnership congiunta, le tre aziende bresciane Borgo Creativo, Ed Works e Raineri&Cassani cui si è affiancata, per l'ideazione specifica di "Too Icon", l'azienda - pure bresciana - "Too Late" fondata nel 2007 da Alessandro Fogazzi - rappresentato ieri da Arnaldo Pasotti - e specializzata in fashion design. In particolare, il concorso attiene alla progettazione di orologi "a simboleggiare - spiega Pamela Moratti, referente del gruppo creativo congiunto - il trascorrere del tempo in modo creativo". I docenti degli atenei coinvolti hanno aderito con entusiasmo alla proposta, "accettando di seguire i loro ragazzi - chiarisce ancora Pamela Moratti - anche fuori dall'orario delle lezioni, in modo che possano godere di un coordinamento effettivo nella realizzazione delle loro idee". Il concorso ha una durata totale di cinque mesi, con apertura ufficiale fissata al 1° febbraio prossimo.
I lavori dovranno essere presentati entro il 30 giugno, e saranno valutati da un'apposita giuria in termini di contenuti creativi, innovativi e comunicativi, di coerenza con il "concept" e con gli obiettivi, di qualità dell'esecuzione e della presentazione e di possibili potenzialità future. Il primo classificato vedrà prodotto il suo progetto, pubblicato pure sul magazine ufficiale di Metropolitana di Brescia, e beneficerà di una borsa di studio di 5mila euro; al secondo classificato sarà consegnato un computer Apple MacBook Pro 15'' e al terzo una fotocamera digitale Nikon D5100. Tutti i partecipanti riceveranno una tessera ingresso al Museo di Santa Giulia oppure un buono acquisto alla libreria Feltrinelli.


Fonte: Giornale di Brescia