23/02/2012 - Occhio alla Scultura in Via San Faustino

I giovani dell'Accademia di belle arti SantaGiulia sono i protagonisti della mostra "Occhio alla scultura", che viene inaugurata oggi, alle 18, nella sala Piamarta di via S. Faustino 70 (resterà aperta fino all'11 marzo e l'ingresso è gratuito) e che fa parte delle manifestazioni promosse dalla Confraternita dei Ss. Faustino e Giovita per la celebrazione dei Santi Patroni. I ragazzi del corso triennale di Scultura, assieme ai docenti Agostino Ghilardi e Pietro Ricci, portano in scena la loro creatività, messa alla prova dai "duri mezzi" che la tecnica richiede. "L'obiettivo è ridare valore al passato attraverso gli occhi dei giovani» riferisce il direttore dell'Accademia, Riccardo Romagnoli, intervenuto con i docenti Ghilardi e Ricci, con l'assessore Andrea Arcai e Angelo Baronio della Confraternita dei Ss. Faustino e Giovita.  Hanno lavorato al progetto della mostra sette allievi: Chiara Gallo, Milena Berta, Marta Cristini, Antonello Mescalchin, Anna Regazzoli, Daniele Boi, Elisa Pezzotti. L'Accademia di SantaGiulia ha, tra l'altro, creato un corso biennale di "Scultura pubblica monumentale" e collabora con numerose realtà anche al di fuori del territorio (tra cui Venezia). Attualmente i ragazzi sono all'opera con un grosso blocco di marmo di Carrara dell'altezza di cinque metri, che sarà dedicato proprio alla realizzazione di un rilievo riproducente la "battaglia del miracolo" in difesa di Brescia e alla figura dei Santi Patroni della città. Le manifestazioni per i Patroni (oltre 70), quest'anno, hanno come filo conduttore il tema della concordia, che si caratterizza, spiega Baronio "per il coinvolgimento della città tutta, e soprattutto dei giovani". A tali iniziative si intende dare continuità, afferma Arcai, sia "per favorire la conoscenza delle bellezze cittadine, sia per richiamare un maggior numero di turisti".
 

 


Fonte: Giornale di Brescia