10/03/2012 - Laba, SantaGiulia e Fortuny insieme a Museo

Un emozionante omaggio a Roberto Capucci, il grande maestro della moda italiana. Gli studenti della Laba (Fashion Design), dell'Accademia SantaGiulia (Scenografia) e dell'Istituto Fortuny di Brescia (settore Moda e Arredo) sono gli autori delle installazioni e degli abiti-scultura esposti in Santa Giulia, in occasione della mostra "Roberto Capucci e l'antico. Maggio alla Vittoria Alata" (fino al 18 marzo). Un percorso di forte impatto, nato dai loro progetti, in cui hanno messo in campo creatività, originalità e design. La presentazione è avvenuta nel Museo cittadino con l'assessore Andrea Arcai, Francesca Morandini, Angela Bersotti e i referenti delle scuole Alessandra Giappi (ad Laba), Domenico Franchi (docente di Scenografia alla Santa Giulia), Paolo Taddei e Loredana Soardi (Fortuny). "Questa iniziativa s'inserisce nelle attività promosse dal Museo- ha commentato l'assessore Arcai -. I ragazzi ci hanno aiutato ad abbellire ed arricchire il museo". I lavori dei giovani si sono concentrati, prendendo spunto dall'opera di Capucci, Oscar della Moda nel 1958, su due aspetti: di natura concettuale e di tipo più strettamente sartoriale. Ne è scaturito un percorso espositivo che "ci fa riflettere ulteriormente sul significato della bellezza, un canone, ma anche senza tempo" ha osservato Francesca Morandini.
Di grande effetto i risultati, che comprendono bellissimi abiti realizzati con materiali eterogenei, come trucioli e reti di ferro, carta di giornale, corteccia, plexiglass, alluminio. L'Accademia Santa Giulia si è concentrata sull'interpretazione dello spazio e prodotto l'installazione multimediale "Limen Subtilis".


Fonte: Giornale di Brescia