25/01/2007 - IERI L'ANTISEMITISMO, E OGGI?

Da sabato a Palazzo Martinengo una mostra sulla persecuzione degli ebrei in Italia e a Brescia  
Ieri l’antisemitismo, e oggi?  
GdB Scuola invita gli studenti a mettere per iscritto le loro riflessioni
 
Sono numerose, in concomitanza della «Giornata della Memoria», le iniziative promosse per commemorare le vittime dell’Olocausto e perchè quanto accaduto oltre 60 anni fa non venga dimenticato dalle nuove generazioni.
Sono proprio i più giovani, studenti delle scuole di ogni ordine e grado, tra gli interlocutori principali cui si rivolge in particolare la mostra promossa a Palazzo Martinengo dalla Provincia di Brescia, intitolata «1938-1945 - La persecuzione degli ebrei in Italia e l’antisemitismo a Brescia». Curata da Roberto Chiarini, Alessandra Minerbi e Michele Sarfatti, la rassegna, attraverso lo studio e la ricerca di una ricca documentazione, approfondisce uno periodo che ha segnato l’Italia, mettendo a fuoco il caso bresciano.
Realizzata in collaborazione con il Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea - CDEC e con le Raccolte Storiche del Comune di Milano, la mostra si articola in tre sezioni. La prima è costituita dalla documentazione presentata nella mostra già allestita dal Comune di Milano presso la sede delle Raccolte Storiche del Comune, nel gennaio 2006 e illustra la persecuzione degli ebrei in Italia tra il 1938 e il 1945.
La seconda sezione, a cura di Domenico Franchi, scenografo bresciano attivo nei maggiori teatri europei e titolare della cattedra di Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia, ospita un’installazione ambientale, che si prefigge di stimolare e coinvolgere il visitatore per suggerire riflessioni sull’orrore della Shoah - e più in generale delle stragi a sfondo razziale - e di verificare quale sia la percezione della tragedia nei giovani contemporanei.
Infine, la terza sezione, è il frutto di un’approfondita ricerca archivistica condotta dal prof. Roberto Chiarini e dalla dott. Elena Pala sempre sul tema dell’antisemitismo tra il 1938 e il 1945, ma con particolare riferimento a quanto avveniva sul territorio bresciano. Un video esplicativo spiegherà - specie ai più giovani - le tristi vicende di quegli anni difficili. Ci saranno brani di interviste a sopravvissuti, immagini d’epoca e materiale documentario. Una strumentazione multimediale consentirà inoltre di visualizzare e contestualizzare alcuni tra i documenti più significativi tra gli oltre mille analizzati: tra cui atti di polizia, fascicoli personali di ebrei residenti nel Bresciano, articoli di giornali locali, editi tra il ’38 e il ’45, e molto altro ancora.
Non mancherà, infine, una sollecitazione - rivolta in particolar modo ai più giovani, cittadini del futuro - a riflettere su situazioni analoghe che anche oggi si vivono in diverse parti del mondo in cui ancora si soffre per l’assenza di democrazia, di tolleranza e di libertà.
Proprio in concomitanza di quest’iniziativa il «Giornale di Brescia» propone a tutti gli studenti delle scuole bresciane di mettere per iscritto le proprie riflessioni. Di visitare la mostra e soffermarsi sull’interrogativo: ieri l’antisemitismo, e oggi?; pensare a quali siano le forme di violenza e sopruso oggi purtroppo attuali che maggiormente li colpiscono: dalla pulizia etnica al bullismo, dalle discriminazioni razziali alla violenza negli stadi, secondo la sensibilità personale di ognuno, evidenziando magari quali siano gli aspetti di analogia (se si ritiene che ve ne siano) con l’antisemitismo di un tempo.
Gli studenti potranno inviare i loro lavori a scuolagiornaledibrescia.it, entro il 4 marzo 2007, specificando nell’oggetto: «Giorno della Memoria 2007». L’iniziativa è rivolta agli alunni dell’ultimo anno delle primarie e agli studenti delle secondarie di primo e secondo grado. I testi (che non dovranno essere lunghi più di 3.000 battute) saranno pubblicati sul sito di Palazzo Martinengo (www.palazzomartinengo.it., nella foto). I tre elaborati che risulteranno i più significativi saranno infine pubblicati sulle pagine GdB Scuola. Agli autori andrà anche una copia del catalogo della mostra.
La mostra sarà inaugurata a Palazzo Martinengo (via Musei 30, a Brescia) sabato 27 gennaio alle ore 18. Poi resterà aperta dal martedì alla domenica (orario: 9-12 e 15-18) fino al 4 marzo. L’ingresso è gratuito. Prenotazioni per visite scolastiche: tel. 030.2807934. 

Fonte: GIORNALE DI BRESCIA