07/03/2007 - SPAZIO ALLE NUOVE TECNOLOGIE NELL’ACCADEMIA
Il preside: un percorso formativo «3 + 2» che è equiparabile alla laurea magistrale

L’Accademia Santa Giulia dispone di un’offerta formativa variegata, composta da sei scuole triennali, in grafica, scenografia, decorazione, pittura, scultura e restauro, più quattro bienni specialistici, in grafica, scenografia, decorazione e pittura. Nella sede, ubicata nel cuore della città ed articolata in 4mila metri quadrati di spazi, trovano posto dodici laboratori artistici, tre di informatica, - con un sofisticatissimo software per la gestione dell’immagine digitale e di collegamento a internet per tutti gli studenti -, uno di scenografia e illuminotecnica e cinque di restauro.

Al primo posto, tra le richieste, è il corso di grafica, per il quale - riferisce Romagnoli -, si è reso necessario lo «sdoppiamento» quest’anno, in due corsi. Segue, sempre in base alla percentuale degli iscritti, la Scuola di Decorazione, quindi quella di Restauro, poi i corsi di Pittura, Scenografia e, per ultimo, quello di Scultura. «In effetti la professionalità dello scultore va ripensata - rileva Romagnoli -. Molti hanno ancora un’immagine di questo mestiere legata al passato, mentre andrebbe collocato vicino alla realtà, nel contesto delle moderne tecnologie e delle attuali opportunità lavorative». Di particolare interesse è il diploma di restauro, molto apprezzato dagli enti che si occupano del recupero e della valorizzazione dei beni culturali sia a livello nazionale, sia locale. Le lezioni danno un’adeguata preparazione storica, critica e scientifica per accostarsi all’opera da recuperare, si imparano le tecniche per eseguire i restauri su legno, tavole e tele, il restauro lapideo e di affreschi, nonché delle oreficerie e dei materiali metallici. Ne esce una figura completa, che può trovare appaganti sbocchi professionali nel settore delle belle arti.

I bienni specialistici rappresentano ciascuno una sorta di master professionalizzante che beneficia anche dell’abbuono dei crediti. Il positivo completamento dell’iter nell’arco dei cinque anni (3+2) dà diritto all’acquisizione di un diploma accademico di secondo livello, equiparabile alla laurea magistrale e quindi spendibile, per l’accesso ai master di secondo livello e ai dottorati di ricerca all’interno del sistema formativo universitario italiano ed europeo. Una forte spinta alla specializzazione si è avuta negli ultimi anni per quanto riguarda anche i settori della scenografia teatrale e televisiva. Il biennio offre un potenziamento nella pratica degli strumenti tecnologici per la gestione dello spazio scenico. Punta anche su un notevole rafforzamento nell’area dell’illuminotecnica e della fotografia. I laboratori di composizione scenografica per il teatro e la tv sono organizzati in stretto riferimento all’ambiente del lavoro e quindi in collaborazione con le più qualificate agenzie dello spettacolo, di natura pubblica e privata.

L’Accademia Santa Giulia si pone come una fucina sempre aperta ai nuovi stimoli e lavora in costante sinergia con il mondo professionale. Ulteriori informazioni sul sito internet: www.accademiasantagiulia.it.

Anita Loriana Ronchi  


Fonte: Giornale di Brescia