italiano english espanol

Login

Foppa Group
sincert
L'Accademia di Belle Arti SantaGiulia il 28 giugno 2007 ha ottenuto la Certificazione
di Qualità ISO 9001

liceo artistico foppa machina impresa san clemente cfp lonati
  
D L M M G V S
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30
Scheda Rassegna Stampa

23/09/2008 - Il Marenzio «originale»

EDILIZIA SCOLASTICA. Facciata del Conservatorio restaurata dagli studenti della Scuola Edile
Il Marenzio «originale»
Ha ripreso le originali fattezze grazie all’accordo con la Provincia e l’accademia Santa Giulia

 

La facciata del Conservatorio «Luca Marenzio» prospiciente via Gezio Calini ha cambiato volto, o meglio, ha ripreso le originali fattezze. Grazie al protocollo d’intesa siglato fra l’assessorato alla Pubblica istruzione della Provincia, la Scuola edile bresciana e l’accademia Santa Giulia, 16 studenti dei corsi di recupero, restauro e decoro sono stati messi alla prova in un lavoro di grande responsabilità. «E’ partita come un’iniziativa a doppia funzione - ha spiegato il presidente della Provincia Alberto Cavalli -: da un lato portare a nuovo splendore uno degli immobili più importanti in nostra gestione, dall’altro formare i giovani perché da subito inizino a calarsi nel mondo del lavoro ».
Il restauro, che ha interessato l’intervento sul corpo di fabbrica dell’ex convento modificato negli anni 1926 e 27 (anno in cui l’amministrazione comunale lo destinò alla scuola elementare «Tito Speri» e ne consentì un ampliamento volumetrico in verticale), ha impegnato i giovani studenti per circa sei mesi, quotidianamente seguiti dalla Soprintendenza ai beni culturali.
« Il progetto ha stimolato i ragazzi coinvolti facendo loro mettere in pratica quello per cui stanno studiando - ha spiegato l’assessore Paolo Mantelli - e ha permesso anche il risparmio di un bel gruzzolo di euro ». I lavori, per il quale la Provincia ha sostenuto solo i costi vivi pari a 35 mila euro, sono stati possibili anche grazie al supporto e la fornitura dei materiali da parte delle ditte « Mapei » e «Centro edile 2000».
«Sono stati selezionati i ragazzi migliori - ha spiegato Antonio Crescini, direttore della Scuola edile bresciana - e abbiamo riscontrato grande entusiasmo, professionalità e soddisfazione». «La cosa importante è che i giovani trovino un riscatto grazie alla valorizzazione dei loro talenti», ha continuato Giovanni Lodrini, amministratore dell’Accademia Santa Giulia.
I lavori, diretti dall’architetto Daniela Massarelli, sono stati essenzialmente conservativi: dopo le prime settimane di consolidamento degli intonaci a cura degli studenti della scuola edile, i giovani della Santa Giulia hanno dato il via all’opera di restauro sugli elementi decorativi della facciata. Il cantiere è stato avviato dopo una prima fase documentaria e conoscitiva dello stato di degrado dell’edificio, dell’analisi chimica e organica, da cui sono emersi dettagli sulla configurazione preesistente, come ad esempio i simboli del regime fascista, occultati con interventi di ridipintura e rimozione nel dopoguerra.
Per concludere in bellezza questa prima fase di restauro, il Conservatorio ha organizzato un concerto in cui 190 studenti si esibiranno nei Carmina Burana di Orff. L’esibizione, diretta dal maestro Silvio Baracco, è fissata per lunedì 29 settembre alle 20.45 presso l’auditorium San Barnaba. «Siamo molto fieri di vedere tanti giovani interessati», ha dichiarato il direttore del Luca Marenzio, Carlo Balzaretti. E presto inizieranno i lavori per il restyling della facciata perpendicolare a quella appena completata, di tutta la porzione che si affaccia su via Gezio Calini e sui giardinetti.MI.BO.

 

Fonte:Bresciaoggi
    powered by bizOnweb.it