11/05/2008 - FORMA E FONDAMENTO

Presentazione di Claudio Rizzi, curatore della mostra 

Il mondo dell'arte rivolge ora grande attenzione ai "nuovi linguaggi". Talvolta la vivacità della comunicazione conduce all'enfasi, talora, anche se raramente, davvero si incontrano proposte e tematiche che, mediante autenticità espressiva e tecnica, indicano prospettiva, futuro e continuità.

È il caso di questa mostra, imperniata su lavori recenti, frutto di una ricerca elaborata da due anni, attenta a coniugare i contenuti con la forma e capace di esprimere esteriormente il fondamento di pensiero. Il mondo e il linguaggio di internet. La rete. La connessione oltre la distanza, la possibilità di comunicazione oltre il pericolo della solitudine. La traccia del dialogo non più nello sguardo dell'interlocutore ma nel tessuto informatico che sottostà ad ogni nostro colloquio elettronico.

La pittura, nel gesto, nel segno istintivo e imperioso di Grazia Ribaudo, disegnatrice in punta di matita come repentino ma ritmico passo di danza, interviene sulla tela che accoglie già, nell'estensione unanime di colore, l'intreccio della rete. Si sovrappone poi, come iscrizione nel tempo, come epigrafe di sacralità, una componente del messaggio affidato a internet: ma non è l'anima del nostro colloquio, è quella parte, ignota come l'inconscio, che nella tecnologia del viaggio informatico supporta la parola.

È un quadro del nostro tempo, del linguaggio odierno, del connubio tra anima e mondo, senso della parola e rigore della comunicazione.


Luogo Evento: Nova Milanese, Villa Vertua