24/05/2010 - "Turner et ses peintres"

"Turner et ses peintres"
La profonda originalità delle visioni del paesaggista inglese Joseph Mallord William Turner (1775-1851) è di fatto nutrita lungo il corso di tutta la sua carriera da un dialogo ed uno scambio con pittori contemporanei, Bonington e Constable in particolare, oltre che con i maestri antichi. Il rapporto di Turner con gli altri artisti non fu privo di emotività e spesso addirittura competitivo, ma proprio perciò fu sempre alquanto fecondo. Turner era consapevole del suo talento fin dai suoi esordi e non esitò ad emulare artisti antichi e moderni per poi rivaleggiare rivaleggiare con essi. Di fatto la sua ambizione lo spinge ad appriopriarsi delle tecniche altrui per integrarle nella sua personale visione. Se agli inizi del suo percorso artistico si rifà soprattutto ai paesaggisiti olandesi, in seguito si apre alle influenze più disparate, da Tiziano a Nicolas Poussin e Claude Lorain fino a Salvator Rosa. Questa mostra rintraccia ed illustra il processo di costruzione della visione di Turner, la quale si rivela così tanto singolare quanto ricca di influenze. A tal fine sono state riuniti circa cento quadri più una serie di opere grafiche (incisioni, studi, schizzi) provenienti da collezioni inglesi e statunitensi oltre che dai grandi musei europei.
Fino al 24 Maggio 2010
Grand PalaisAvenue Winston Churchill
Orario: dal ven al lun 9.00 - 22.00; mar 9.00 - 14.00; mer 10.00 - 22.00; gio 10.00 - 20.00; chiuso il 1° maggio
Per informazioni: www.grandpalais.fr
Luogo Evento: Grand PalaisAvenue Winston Churchill Paris