18/07/2010 - "Edvard Munch ou l'Anti-Cri"

"Edvard Munch ou l'Anti-Cri"
La mostra vuol far conoscere questo pittore al grande pubblico attraverso un centinaio di tele, disegni e incisioni presentati secondo un approccio semplice volto a mostrare quanto l'opera di Munch abbia contribuito all'elaborazione artistica tra la fine dell'800 e l'inizio del '900.
Pioniere dell'Espressionismo, Edvard Munch è un pittore straordinario per la forza del suo stile e per la modernità dei suoi soggetti, tanto che la sua pittura continua ad esercitare un'influenza notevole sull'arte contemporanea. Nato a Loten in Norvegia nel 1863 e cresciuto ad Oslo, Munch ha lavorato in Francia ed in Germania, sempre attento alle tendenze artistiche del momento e alle avanguardie, ma allo stesso tempo più concentrato ad elaborare un suo stile personale che a seguire le mode. Da uno stile realista legato alla poetica neoromantica di fine secolo, Munch passa, grazie anche alla frequentazione di Hans Jaeger e alla sua cerchia anarchica, a temi più decisi e ad un'indagine sull'alienazione e sulle problematiche psicologiche della vita moderna. A Parigi Munch conosce il lavoro di James McNeill Whistler e soprattutto di Paul Gauguin, grazie al quale elabora un nuovo uso più "sintetico" dei colori. All'inizio del '900 la sua opera conosce un discreto successo e Munch si reca a Berlino e si lega alla cerchia letteraria degli intellettuali scandinavi, tra cui il drammaturgo August Strindberg e lo scultore Gustav Vigeland, dove già si discute di Nietzsche e di psicanalisi.
Fino al 18 Luglio 2010
Pinacothèque de Paris, 28 place de la Madeleine
Per informazioni: www.pinacotheque.com

Luogo Evento: Pinacothèque de Paris, 28 place de la Madeleine