31/10/2010 - Inaugurazione della mostra: Venezia Misteriosa atto 2°

La mostra “Venezia Misteriosa atto 2°” è un progetto promosso dall’Ufficio stampa della Regione Veneto nell’ambito dell’evento “Veneto Spettacoli di MISTERO” e dall’associazione culturale Art&fortE LAB®, spazio espositivo per l’Arte Contemporanea a Venezia centro storico (quest’ultima provvederà a distribuire l’evento  localmente in tutti i suoi circuiti). La rassegna collettiva “Venezia Misteriosa atto 2°” sarà inaugurata il 31 ottobre alle ore 18,00 e dal 30 ottobre al 21 novembre sarà allestita presso lo spazio Art&fortE LAB® e/o nel Piano Nobile di Cà Zanardi in Venezia Cannaregio 4132, 30121 Venezia. La cura dell’esposizione collettiva dell’evento è affidata al Prof. di Semiologia e Storia dell’arte Alberto D’Atanasio con la direzione Artistica dello scrittore Alberto Toso Fei e sarà aperta al pubblico dal 1 al 30 novembre 2010. “Il mistero nel suo etimo latino Myasterium o in quello greco Mysterion: vuol dire cosa da tacere,  da tener chiusa (MY-OS) o anche (MYSTES) l’iniziato nei misteri” ha scritto il Prof. Alberto D’Atanasio. La “Serenissima”, con la sua atmosfera incantevole riuscirà senz’altro ad offrire spunti inimmaginabili  e  singolari all’ immaginazione ed alla creatività dei numerosi artisti presenti con le proprie opere il cui tema è il mistero, fino ad aprire scenari forse inaspettati quanto inesplorati. Venezia sa comunicarci il senso del cambiamento ma anche della staticità,  della nostra umana precarietà, e rappresenta per alcuni una metafora del nostro nomadismo esistenziale. Il Professor Alberto D’Atanasio ha scritto a questo proposito “Venezia è la città del mistero per eccellenza, l’elemento dell’acqua che la pervade e la permea è il simbolo del cambiamento, l’acqua purifica e dona vita nuova come un perenne battesimo che rende Venezia eterna e quindi vincitrice sul deterioramento che porta il tempo. Venezia è una maschera che non è solo simbolo del carnevale,  la maschera della città lagunare non è grottesca, né cela ma rivela la figura interiore e dona nuova identità più vera a ciò che si vuole essere e diversa da ciò che gli altri vogliono che sia. Venezia e un ponte tra la staticità e un divenire che  unisce terra con l’acqua e insieme con il fuoco delle fornaci che forma  vetro e forgia il  ferro che unisce i fasciami delle navi e poi con l’aria che diviene vento gonfia le vele e porta ogni uomo al mistero di altre terre e altri cieli da esplorare”.

Il catalogo della manifestazione sarà realizzato a cura di Cà Zanardi.
Il reportage della manifestazione sarà pubblicato su www.cazanardi.com

 

 


Luogo Evento: Ca' Zanardi, Venezia, Cannareggio 4132
LocandinaVenezia3.jpg