29/06/2011 - INAUGURAZIONE SPAZI AREADOCKS

 

Mercoledì 29 giugno 2011, dalle 19.00 alle 21 ARTEINGENUA presenta nei nuovi spazi di AREADOCKS un ciclo di incontri dedicati al confronto tra artisti attuali e il mondo della cultura d’impresa: Art@Area.

Fin dal titolo, il nuovo progetto di Arteingenua e Areadocks intreccia le due realtà in una relazione intrigante e suggestiva: un nuovo spazio espositivo prende vita a Brescia, un ambiente poliedrico e in costante trasformazione, grazie alle relazioni tra il design ricercato di Areadocks e i linguaggi artistici contemporanei nelle loro diverse declinazioni.

In una costante e ricercata contaminazione tra oggetti d’arredo e opere visive, sculture e installazioni, saranno gli artisti invitati ad esporre i protagonisti delle tre serate estive, invitati a parlare della propria ricerca e a confrontare la loro visione e capacità di leggere e interpretare il mondo con i punti di vista di imprenditori e professionisti appositamente chiamati a dialogare con loro.

La sera di mercoledì 29 giugno interverranno gli artisti Claudia Scarsella e Marcello Gobbi, invitati a dialogare attorno al tema:

I’m not art victim

Attorno al corpo: metamorfosi e percorsi, dallo sguardo al tatto

Dopo il successo della serata d’inaugurazione, lo scorso mercoledì 15 giugno, dedicata a Maurizio Biondi, la seconda serata estiva proposta per Art@Artea è dedicata a Claudia Scarsella e a Marcello Gobbi e si presenta affascinante in quanto entrambi gli artisti bene interpretano una direzione precisa dell’arte contemporanea: la sua relazione con la corporeità.

I materiali di Claudia Scarsella e di Marcello Gobbi sono assolutamente distanti, tuttavia è proprio nel tema comune, e nella meticolosa attenzione alla precisione e alla raffinatezza tecniche, che i due artisti dialogano con particolare intensità.

Claudia Scarsella utilizza il collage digitale, frutto di una attenta selezione di immagini tratte da mondi differenti, riconducibili sovente ad una iconografia fin de siecle, ora dal cabaret e dal circo ora dalla letteratura erotica, ora dai giochi d’infanzia e dai ricordi nascosti nei cassetti della memoria, ricomponendole in pattern ad alto impatto emozionale che spesso giocano con gli effetti di specularità e di simmetrie irrisolte.

Ora sono opere, ora è carta da parati, o meglio sarebbe dire, utilizzando un titolo amato dall’artista, sono Wall Paper che si srotolano lungo le pareti dello spazio espositivo, avvolgendo e coinvolgendo il nostro sguardo che, lentamente e con sorpresa, rintraccia nelle sue opere i fili di un racconto di corpi intrecciati.

Marcello Gobbi usa un materiale povero, il silicone: goccia dopo goccia, con questo circonda e abbraccia le sue opere scultoree, corpi seducenti di donne e di uomini che ricordano le origini di una umanità che, ieri come oggi, deve scegliere tra sacro e profano, carne e spirito, elevazione o perdizione. Il silicone, diafano materiale, si estende e avvolge le epidermidi delle opere plastiche di Marcello Gobbi, alla ricerca di giochi di rifrazione e assorbimento della luce, invitando lo spettatore a un percorso intrigante tra il corpo e l’anima che le sue creature offrono al pubblico, in un dialogo tattile e visuale.

Art@Area: se l’arte è da sempre in costante trasformazione, aerea e versatile nelle sue incalzanti evoluzioni tematiche ed espressive, in Areadocks può trovare lo spazio ideale, e altrettanto cangiante, per esprimersi ed esporsi al pubblico, coinvolgendo al contempo il mondo dell’impresa che spesso guarda all’arte alla ricerca di nuove strade ed esperienze condivisibili.

L’Associazione Culturale ARTEINGENUA è un ambizioso progetto di mecenatismo nato nell’aprile del 2007, finalizzato a promuovere l’arte contemporanea nella società, partecipando come soggetto attivo alla realizzazione di eventi culturali e capace di interfacciarsi con Istituzioni pubbliche e private.

Areadocks, un concept store che si contraddistingue per la ricercatezza e la capacità di innovarsi continuamente…

Per ARTEINGENUA interverranno Anna Leopaldo e Ferdinando Magnino mentre Ilaria Bignotti sarà la curatrice del progetto e accompagnerà gli artisti nel corso della conversazione.

 

Prossima serata mercoledì 13 luglio:

Artisti: Barbara De Ponti e Alberto Gianfreda

Exploring the Space

Scolpire la materia, piegare la luce per trovare lo spazio

 

 


Luogo Evento: ARTEINGENUA
CLAUDIA SCARSELLA Desiderio di vivere il cabaret def.jpg MARCELLO GOBBILa Sceltainstallazionevetroresina e silicone2010.jpg