29/03/2012 - LEONARDO AL LOUVRE

Dal 29 marzo il Louvre esporrà la "Sant’Anna con la Vergine, il Bambino e l’agnello" in una mostra dedicata agli ultimi vent’anni di Leonardo che fa idealmente seguito a quella della National Gallery di Londra, prossima alla chiusura ("Leonardo da Vinci: Pittore alla corte di Milano", cfr. n. 314, nov. ’11, p. 25. Fino al 5 febbraio). In questa occasione, sarà possibile verificare la fondatezza delle polemiche che stanno accompagnando il restauro di questo capolavoro. L’intervento è affidato all’italiana Cinzia Pasquali (formatasi all'Icr) con la direzione di Vincent Pomarède, attuale direttore del Dipartimento di pittura del Louvre e la consulenza di un Comitato scientifico composto da una ventina di specialisti, tra i quali Michel Laclotte, già presidente e direttore del Louvre, Jean-Pierre Cuzin, ex direttore del dipartimento di pittura dello stesso museo, Larry Keith, direttore del laboratorio di restauro della National Gallery di Londra (ha diretto tra il resto l’intervento sulla seconda versione della «Vergine delle Rocce» di Leonardo), Luke Syson, conservatore dei dipinti del Rinascimento italiano dello stesso museo londinese, lo specialista di Leonardo Pietro C. Marani, il pittore e ricercatore Jacques Franck che negli anni Ottanta provò scientificamente la complessità della tecnica pittorica dello sfumato («veli posati su altri veli»), i conservatori del dipartimento di pittura del Louvre Vincent Delieuvin e Jean Habert, Marie Lavandier e Pierre Curie, l’una direttrice del Centre de recherche et de restauration des musées de France (C2RMF), l’altro responsabile per quanto riguarda la pittura presso lo stesso ente, Cecilia Frosinini direttrice del settore dipinti murali dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e ancora Ségolène Bergeon Langle, personalità di riferimento nel campo del restauro nonché responsabile del Servizio di restauro del Louvre stesso negli anni Ottanta.


Luogo Evento: Museo Louvre, Parigi