07/03/2012 - L'ULTIMA CENA NEI CAPOLAVORI DELL'ARTE

Quattro incontri, con proiezione di immagini da mercoledì 7 a mercoledì 28 marzo, alle ore 18,00

A cura di Luca Frigerio

L'Ultima cena che Gesù consuma insieme ai discepoli alla vigilia della sua Passione è uno dei momenti più intensi e drammatici nel racconto dei Vangeli. Ma è anche il fulcro del Mistero cristiano, secondo un memoriale ancor oggi celebrato da milioni e milioni di fedeli in tutto mondo.
Per questo l'arte cristiana, nei secoli, ha riprodotto innumerevoli volte questo mistico banchetto di duemila anni fa, sottolineandone ora il significato sacrificale, ora la rivelazione del tradimento di Giuda, ora il momento esatto dell'istituzione dell'eucaristia. Ma spesso riunendo tutti questi aspetti in un'unica immagine di forte impatto visivo e di profonda valenza simbolica.
In questi quattro incontri verranno dunque presentate alcune straordinarie opere che hanno per tema proprio l'Ultima cena. Un percorso affascinante ed emozionante, dove l'arte si intreccia con le Sacre Scritture, la storia si incrocia con la teologia, l'umano incontra il divino. In una scoperta continua di simbologie oggi per lo più dimenticate, ma che ci riportano nel vivo della spiritualità medievale e della cultura rinascimentale.

Mercoledì 7 marzo
DALLE CATACOMBE AL MEDIOEVO
I simboli eucaristici dei primi cristiani, la prima raffigurazione monumentale della Cena del Signore nei mosaici di Sant’Apollinare nuovo a Ravenna, lo straordinario Cenacolo del XII secolo nel Duomo di Modena.
 
Mercoledì 14 marzo
FRA GIOTTO E BEATO ANGELICO
L’Ultima Cena nella Cappella degli Scrovegni di Padova, ma anche secondo l’interpretazione di altri grandi maestri del Trecento, come Duccio e Lorenzetti, fino alla toccante Comunione degli Apostoli nel convento di San Marco a Firenze.
 
Mercoledì 21 marzo
I MAESTRI FIAMMINGHI
I “misteri” della composizione di Giusto di Gand e il più spettacolare polittico a tema eucaristico del Nord Europa: quello firmato da Dietrich Bouts nel 1484 a Lovanio.
 
Mercoledì 28 marzo
IL RINASCIMENTO E LEONARDO
I Cenacoli fiorentini di Andrea del Castagno, del Ghirlandaio e del Perugino, “preludio” al rivoluzionario capolavoro Vinciano, vertice insuperato dell’arte di tutti i tempi.
 
Luca Frigerio, 43 anni, giornalista e scrittore, è redattore dei media della diocesi di Milano, per i quali cura la sezione culturale. Fra i suoi libri più recenti vi è proprio un saggio dedicato al tema dell’Ultima cena nell’arte (Cene ultime) e una monografia sui capolavori d’arte sacra di Caravaggio (Caravaggio. La luce e le tenebre), entrambi pubblicati da Ancora.

 


Luogo Evento: Galleria San Fedele, Milano