10/03/2012 - MOSTRA DI DIANA VREELAND A VENEZIA

Venezia celebra con una mostra il mito della direttrice di Vogue America negli anni Sessanta, curatrice di mostre e anticipatrice di gusti e tendenze nella moda.
«L’eleganza è innata e non ha niente a che fare con l’essere ben vestiti». A dirlo era Diana Vreeland (1903-1989), critico, scrittrice, la donna che ha inventato il lavoro di fashion editor e dopo l’esordio ad Harper’s Bazaar ha diretto Vogue America dal 1965 al 1971, rivoluzionandolo insieme con il mondo della moda.
Si tratta della prima grande mostra dedicata alla straordinaria e complessa figura di Diana Vreeland (Parigi,1903- New York,1989) che approfondirà i molteplici aspetti del suo lavoro e cercherà di dare inedite chiavi interpretative della grammatica del suo stile e del suo pensiero.
Un percorso che cerca di restituire il “magnifico incedere” con cuila Vreelandha attraversato la moda del ‘900, prima negli anni di “Harper’s Bazaar” e “Vogue”, poi nel suo ruolo di Special Consultant per il Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York. Si potranno ammirare abiti che appartengono alla storia della moda e che per la prima volta arrivano in Italia: i capi di Yves Saint Laurent e Givenchy indossati da Diana Vreeland, provenienti dal Metropolitan Museum of Art di New York, alcuni straordinari pezzi di Balenciaga di proprietà del Cristóbal Balenciaga Museum, le creazioni più iconiche di Saint Laurent della Fondation Pierre Bergé-Yves Saint Laurent, e, infine, abiti preziosi che hanno segnato la moda del secolo appena passato, provenienti da prestigiose collezioni private e archivi aziendali, fra cui capi di Chanel, Schiaparelli, Missoni, Pucci e costumi dei Ballets.
La mostra resterà aperta fino al 25 giugno 2012


Orario: 10.00 alle 18.00 (biglietteria 10.00 - 17.00); chiuso il martedì e il 1° maggio


Info: Call center 848082000 (dall'Italia); 04142730892 (dall'estero)
www.visitmuve.it


Luogo Evento: Palazzo Fortuny, Venezia