04/04/2014 - LA FORNACE DI PORTA S. DONATO: L’ATTIVITÀ DI UN VASAIO NELLA LUCCA DEL XVII SECOLO

Venerdì 4 aprile sarà inaugurata la mostra “La fornace di Porta S. Donato: l’attività di un vasaio nella Lucca del XVII secolo”, presso il Museo nazionale di Villa Guinigi, ore 17.30.  Introdurranno il direttore dei Musei nazionali Antonia d’Aniello e il dott. Giulio Ciampoltrini, che terrà un intervento dal titolo “Ricordando Graziella Berti e gli anni del S. Donato”.

Nel luglio del 1982, durante i lavori di risistemazione della zona occidentale della città entro le mura, in prossimità della Porta Vecchia di San Donato, vennero alla luce, subito sotto il piano di calpestio, i resti di una fornace per la produzione del vetro, che aveva preso il posto di una precedente fabbrica per ceramiche del XVII secolo. I materiali furono recuperati nel 1982 e sono conservati tutt'oggi nel deposito archeologico del Museo nazionale di Villa Guinigi. La struttura della fornace della Porta Vecchia di San Donato risulta essere un unicum, almeno sul territorio lucchese, essendo caratterizzata da una conformazione piuttosto particolare, legata ad una produzione di ceramica raffinata anche se, in realtà, i dati materiali, costituiti dagli scarti di fornace e dai singoli frammenti degli oggetti, individuano recipienti di uso assai comune nell'apparecchiatura delle tavole della  popolazione di Lucca. I reperti saranno esposti, dopo attento lavoro di studio e di restauro, in una mostra a cura di Silvia Nutini, a libero ingresso, che avrà luogo presso la Casermetta del Museo nazionale di Villa Guinigi dal 5 aprile al 5 settembre 2014. L’inaugurazione si terrà venerdì 4 aprile alle ore 17.30.

 

Informazioni mostra

Casermetta, Museo nazionale di Villa Guinigi; 0583 496033

5 aprile - 5 settembre 2014;

libero ingresso

da martedì a venerdì: 13.00-19.00

sabato: 10.00-13.00, 15.00-19.00

domeniche e festivi (mese di aprile): 15.00-19.00

 

Direzione Musei nazionali Lucca


Luogo Evento: Lucca - Casermetta, Museo nazionale di Villa Guinigi