04/04/2009 - IL PASTELLO A BRESCIA DAL 1940 AL 2000

Sabato 4 aprile 2009 alle ore 18 presso la sede dell'aab in Vicolo delle stelle 4, sarà inaugurata la mostra Il pastello a Brescia dal 1940 al 2000, a cura di Pia Ferrari.

L'esposizione fa seguito a distanza di due anni alla mostra Polvere di colore. Il pastello nelle collezioni bresciane 1860-1940, nella quale sono state presentate opere a pastello di proprietà principalmente dei Civici Musei. Questa rassegna intende, attraverso la testimonianza dei disegni di autori attivi negli ultimi decenni, indagare del pastello le forme espressive e le possibilità iconografiche informali, astratte e figurative. Saranno esposte opere di Vittorio Botticini, Giuseppe Gallizioli, docente di Pittura presso l'Accademia di Belle Arti SantaGiulia, Luigi Paracchini, Ermete Botticini, Renzo Rivadossi, Giuliano Guatta, Giuseppe De Vincenti e Massimo Zuppelli.

In questa occasione la provenineza dei disegni, circoscritta a pittori bresciani, dimostra la grande vitalità ed insieme la felicità di circolazione e diffusione in forme di microcollezionismo di tale genere artistico, alimentate dai nuovi canali commerciali anche virtuali, oltre che dalla presenza nella nostra provincia di gallerie e raccolte specializzate, pubbliche e private, fra le quali la Civica Raccolta del Disegno di salò, l'Associazione Arte e Spiritualità, la galleria dell'Incisione e le Edizioni l'Obliquo.

Negli ultimi decenni il pastello si è trasformato da tecnica legata agli storici generi del paesaggio e del ritratto o al ruolo subalterno di bozzetto e di studio preparatorio, a mezzo pittorico spesso preferito dagli artisti, oltre che per la freschezza, la duttilità e l'iimediatezza del risultato visivo, per l'essere insieme segno e colore, disegno e pittura.

Questa mostra intende dunque indagare del pastello le forme espressive e le possibilità iconografiche informali, astratte e figurative, attraverso la testimonianza delle opere di autori, attivi negli ultimi decenni, che hanno praticato tale tecnica con continuità, privilegiandola ad altre, oppure conducendola in modo parallelo, con pari curiosità e sensibilità.

La mostra rimarrà aperta fino al 6 maggio dalle 15:30 alle 19:30.


Luogo Evento: Sede aab, Vicolo delle stelle 4 (BS)