MOSTRA DAL 13/10/2009 al 30/10/2009: MASSIMILIANO MARANO
Verso un paesaggio immaginale

Si deve a Massimiliano Marano, docente di Beni culturali e ambientali presso l'Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia, la redazione del libro "Verso un paesaggio immaginale - con un escursione estetica verso l'alto Sebino". Di seguito alcune righe di descrizione curate dal prof. Azzoni:

 (…)
Questo saggio offre innumerevoli stimoli, induce alla riflessione culturale e all’interrogazione, contribuisce a farci acquisire una maggiore consapevolezza dei rapporti che stabiliamo con lo spazio visibile, quell’ambiente immediato che si staglia intorno a noi e che ospita la nostra presenza.
Il paesaggio viene affrontato secondo una modalità estetologica, dunque nella sua evidenza d’immagine complessivamente percepita, non confondibile con il panorama o la veduta, non assimilabile al concetto di territorio o a quello più ampio di ambiente e di natura, ma secondo un’accezione che coniuga i valori propri del luogo fisico con quelli identitari del soggetto. 
 (…)
Questo testo, per buona parte, è strutturato come attenta sintesi delle diverse posizioni critiche nell’ambito della lettura estetica del paesaggio, ma lo sviluppo narrativo che ci accompagna, permettendoci di seguire l’affrontarsi e il succedersi delle interpretazioni lascia intuire, al fondo dei diversi atteggiamenti e metodi, questioni irrisolte. Queste problematicità vengono riprese e affrontate nel capitolo conclusivo, all’interno del quale Marano espone l’indirizzo della propria ricerca, con l’intento di proporre una modalità percettiva -una relazione percettiva- tra l’uomo e il paesaggio che permetta il confronto, l’empatia, tra le due totalità in gioco: la complessa vastità del paesaggio e la complessiva dimensione sensoriale dell’individuo, nella continua relazione di com-prensione dell’uno nell’altro.
(…)


 

Luogo mostra: