MOSTRA DAL 20/03/2014 al 20/03/2014: ILARIA BIGNOTTI
Resilienza italiana. Punti di partenza!

Giovedì 20 marzo, alle ore 18, presso lo Spazio GIVA in via Aurelio Saffi 9, Milano,
presentazione ufficiale del
 Movimento d’Arte e Cultura “Resilienza Italiana”

Il movimento è nato da un’idea di Francesco Arecco (scultore) e di Ilaria Bignotti (curatore indipendente e storico d’arte) e alla sua fondazione hanno partecipato sei scultori. Oltre allo stesso Arecco troviamo Valentina De’ Mathà, Alberto Gianfreda, Francesca Pasquali, Laura Renna, Daniele Salvalai.

La presentazione avverrà durante l’inaugurazione di una mostra di scultura intitolata Resilienza italiana. Punti di partenza: come suggerisce il titolo, la mostra intende presentare una selezione di lavori che riflettono sulla rappresentazione scultorea di una geografia reale o immaginaria, sulla destinazione dell’opera nello spazio e sulla relazione tra scultura e luogo- Punto di partenza, anche, quale momento di avvio di un dibattito e di una relazione tra le persone nel nome della scultura.

Durante la serata d’inaugurazione sarà letto e discusso il Manifesto di Resilienza italiana attraverso un dialogo tra Ilaria Bignotti, Francesco Arecco e Ugo La Pietra, fondamentale protagonista del dibattito culturale dagli anni ’60 a oggi la cui ricerca è ideale luogo di confronto per le attuali generazioni.

Resilienza italiana vuole infatti essere un vero moto per la rinascita della cultura italiana, che trova il proprio presupposto negli incontri, nei dialoghi, nella mescolanza di prospettive differenti, unite da un unico obiettivo: la resilienza italiana.

Proprio il termine “resilienza”, al centro del dibattito contemporaneo e finora mai utilizzato in ambito artistico, risponde a un reale stato della cultura del nostro paese che oggi vuole e deve ritrovare la propria centralità. Resilienza italiana si pone quindi come nucleo propulsore di un dibattito teso a riflettere e a far riflettere – ovvero operare – scultori, artisti, uomini di cultura, intellettuali, professionisti di categorie differenti, che credano nella capacità di risalire da crisi culturali e di valori, di ripensare le persone, la cultura e l’arte nel contemporaneo.

I fondatori del Movimento hanno elaborato, discusso, firmato e pubblicato il Manifesto che Giovedì 20 marzo sarà letto e discusso in concomitanza con l’apertura della mostra degli scultori che sarà ospitata nello Spazio GIVA, nuova realtà nell’ambito della moda e del design di ricerca e di alta qualità.

Diversi ambiti per esprimere la resilienza si incontreranno allora fin dalla prima tappa di un Movimento che ha l’ambizione di diffondere un messaggio di risalita, ampliando una rete che vuole essere internazionale e interdisciplinare.


LEGGI QUI IL COMUNICATO STAMPA
Visita il sito RESILIENZA ITALIANA

Luogo mostra: Spazio GIVA in via Aurelio Saffi 9, Milano

01-30.jpg 04-30.jpg 09-30.jpg 10-30.jpg 11-30.jpg 15-30.jpg