MOSTRA DAL 06/03/2015 al 19/03/2015: ANNALISA GREGORIO e VIVIANA BERTANZA
Settantaquattro ritratti per la città

Al centro della ricerca di Annalisa Gregorio vi è la diffidenza legata all’aspetto non abituale degli alimenti, quella sensazione che ad ogni consumatore capita di provare, ma sulla quale raramente si sofferma.
La sensazione di diffidenza viene ricercata analizzando forma, colore, consistenza e contenuto degli alimenti (additivi alimentari, particolarmente in uso nella società odierna), ricreandoli e facendo assumere loro un aspetto differente da quello reale. Innanzitutto tolgo il colore che ci fornisce un anticipazione del sapore di un cibo. Elimino anche la consistenza, che insieme al colore ci permetterebbe di giudicare e scegliere un alimento. Di conseguenza gli alimenti acquistano un aspetto unico, non si distinguono l’uno dall’altro se non per la forma.

Annalisa Gregorio è nata a Brescia nel 1988. Nel 2013 si è laureata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e attualmente frequenta il biennio specialistico in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia.


 

Miopia è notare degli oggetti tralasciandone altri, focalizzarsi su un punto di vista indovinando la maggior parte degli elementi che lo compongono.
Miopia è creare ciò che si è impossibilitati a vedere.
La visione è parziale, rarefatta, non ci si può porre fiducia poiché è mancante.
L’altra parte del reale, quello che non si vede e che il cervello prova a decifrare è quello su cui pongo maggiore attenzione.
Sostituisco la mancanza a vedere con l’apertura totale della mente e del corpo alla comprensione di ciò che mi circonda, lascio che i sensi contribuiscano alla creazione di una nuova realtà per forza di cose inventata e creata ad hoc e che la memoria infine aiuti nella catalogazione del reale.
Guardare il mondo con miopia è l’atteggiamento di chi vuole tornare a ricrear e il mondo non da capo ma dalle componenti fisiche che lo compongono le quali non sono vincolate da imposizioni sociali o obblighi morali ma obbediscono solo alle leggi della creatività.

Viviana Bertanza è nata a Iseo nel 1990. Nel 2013 si è laureata in Pittura presso l’Accademia d i Belle Arti di Brescia SantaGiulia e attualmente frequenta il biennio specialistico in Arti Visive presso la medesima accademia.

CLICCA QUI PER SEGUIRE LE ART EXIBITIONS IN CORSO MAMELI



Luogo mostra: Corso Mameli 54, Brescia

20150305_135116.jpg 20150305_135025.jpg 20150305_135034.jpg