MOSTRA DAL 07/05/2017 al 03/06/2017: COLLETTIVA STUDENTI DI SCENOGRAFIA
LE meraviglie della Terra del Fiuma, mostra dell'HDEMIA a Palazzolo sull'Oglio

Dal 7 maggio al 3 giugno a Palazzolo sull'Oglio si svolge la manifestazione "Le meraviglie della Terra del fiume", che colloca il paese come centro nevralgico del connubio arte-storia-territorio.

Alla manifestazione partecipa ancha l'Hdemia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia con la mostra degli studenti del corso di Scenografia, curata dalla Prof.ssa Michela Andreis.

La mostra, che si terrà presso il Fondazione Cicogna Rampana vede come protagoniste le studentesse: Daniela Bertuzzi, Arianna Delgado e Sara Sarzi Sartori.

«L’esposizione, organizzata nell’ambito della manifestazione Le Meraviglie della Terra del Fiume promossa dal Comune di Palazzolo, è curata dalla Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia. Allestita dalla docente Michela Andreis e dalle studentesse Daniela Bertuzzi, Arianna Delgado e Sara Sarzi Sartori, la mostra illustra il lavoro da loro svolto nell’allestimento dell’opera buffa di Gaetano Donizetti Olivo e Pasquale, che ha debuttato al Teatro Sociale di Bergamo il 26 ottobre 2016, aprendo la stagione operistica 2016/2017 del Teatro Donizetti (per le informazioni dettagliate, si veda la scheda dello spettacolo a p. 2). Il progetto di allestimento è nato da un’idea di Francesco Micheli, direttore artistico della Fondazione Donizetti, che ha previsto il coinvolgimento di professionisti dello spettacolo e istituti di formazione presenti sul territorio lombardo (oltre all’Accademia SantaGiulia, erano impegnate nell’operazione anche alcune scuole superiori di Bergamo e l’orchestra dell’accademia Teatro alla Scala di Milano), che hanno lavorato insieme in un grande laboratorio formativo finalizzato alla messa in scena dell’opera. Il fatto che sia stata proposta al pubblico una versione dell’opera che non andava in scena dal 1827 ha fatto sì che l’evento abbia rappresentato un appuntamento importante anche per gli addetti ai lavori e gli studiosi. A guidare il progetto, il direttore Micheli ha chiamato i registi Ugo Giacomazzi e Luigi di Gangi dei Teatri Alchemici di Palermo, una realtà di grande interesse nel panorama del teatro di ricerca italiano. La loro impostazione del lavoro ha previsto un grande coinvolgimento delle realtà formative partecipanti in tutte le fasi di costruzione dello spettacolo. Il libretto di Ferretti e la partitura di Donizetti sono stati da loro interpretati in una chiave comicosurreale che potesse, in qualche modo, trasmettere agli spettatori di oggi lo spirito e il divertimento tipici degli allestimenti originali ottocenteschi. Come si diceva, la mostra di Palazzolo dà conto dell’importante lavoro di allestimento svolto dalla Scuola di Scenografia dell’Accademia SantaGiulia, che è consistito nella progettazione e in buona parte della realizzazione di tutte le scene e dei 55 costumi dello spettacolo (11 per i personaggi principali, i restanti per il coro). I visitatori potranno visionare i materiali prodotti sia nel corso del lavoro svolto in fase di preparazione progettuale, testimoniato da fotografie, dai bozzetti dei costumi, da collage fatti nella prima parte della progettazione e dal modellino della scenografia, sia in fase di realizzazione, grazie all’esposizione di alcuni elementi della scenografia originale e di alcuni costumi di scena (che sono in mostra grazie alla generosità del Teatro Donizetti). L’esposizione, che sarà visitabile presso gli spazi della Fondazione Cicogna Rampana – via Giuseppe Garibaldi, 24, Palazzolo sull’Oglio – dal 1o maggio al 3 giugno 2017, è una ghiotta opportunità offerta non solo ai melomani e a tutti gli amanti del teatro e dei costumi, ma anche ai semplici curiosi che vogliano rendersi conto del lavoro – svolto ‘dietro le quinte’ – necessario a mettere in scena un’opera lirica di altissimo livello nel teatro di oggi. Va segnalato infatti che l’Olivo e Pasquale del Teatro Donizetti è stato indicato da una giuria internazionale come uno dei candidati ad aggiudicarsi il premio “International Opera Awards 2017” nella categoria “Rediscovered Work” (la proclamazione del vincitore avverrà il 7 maggio prossimo al Coliseum Theatre di Londra)».

Luogo mostra: Palazzolo sull'Oglio

manifesto-palazzolo-2017.jpg conferenza-palazzolo-terradelfime-00019.jpg meraviglieterradelfiome-palazzolo-fronte.jpg