MOSTRA DADA1916 Scuole che hanno collaborato: Scenografia e Tecnologia dello Spettacolo 2º Livello - Scenografia 1º Livello - Grafica e Comunicazione 2º Livello

mostra dada1.jpg

Gli studenti delle scuole di Scenografia e Grafica dell'Accademia SantaGiulia hanno partecipato all'allestimento della mostra DADA1916, esposizione sul Dadaismo, tenuta al Museo di Santa Giulia dal 2 ottobre 2016 al 26 febbraio 2017.

I coordinatori della scuola di Scenografia dell'Hdemia, Carlo Susa e Massimo Tantardini, hanno costituito un gruppo di progettazione nel quale sono confluiti studenti di diversi corsi di laurea dell’Accademia SantaGiulia: Silvia Lorica e Daniela Bertuzzi (Scenografia), Camilla Gagliardi (Scultura), Camilla Nulli (Interior Design), Francesco Corberi e Francesco Luterotti (Grafica e Comunicazione).

Proprio l'apporto degli studenti del II anno specialistico di Grafica e Comunicazione, coordinati dallo stesso Tantardini, loro relatore di tesi specialistica, si è rivelato sin dai primi incontri il complemento necessario della parte scenografica. Anche in questo caso, infatti, si è proceduto in linea con la poetica di Dada, un movimento artistico che si afferma nel mondo della cultura del primo novecento a partire da un progetto di comunicazione.

Il lavoro degli studenti è stato possibile grazie alla collaborazione tra l'Hdemia e Fondazione Brescia Musei, collaborazione resa particolarmente pregnante dal tema della mostra che celebra uno dei movimenti d'avanguardia che, in ragione della sua natura performativa, ha maggiormente influito sul processo di spettacolarizzazione dell'arte e della società novecentesche.
Se si inquadra il "problema" dal punto di vista della Scenografia, una mostra su Dada non può essere una mostra "come le altre", strutturata su uno schema di esposizione tradizionale, ma è necessario che dia conto del contesto performativo nel quale sono nate, sono state realizzate e venivano mostrate le opere che la compongono. In quest'ottica non si può celebrare il centenario di Dada senza concepire e allestire una parte della mostra che evochi e ricordi la natura e l'atmosfera del luogo in cui tutto ebbe inizio, il leggendario Cabaret Voltaire di Zurigo.

L’allestimento della mostra è stato, infatti, progettato dalle linee estetiche elaborate nella creazione dell’immagine coordinata di DADA1916, connotando il lavoro come sperimentale e di ricerca, pienamente in sintonia con le linee guida fondamentali che sono alla base della poetica del nuovo coordinamento del corso di Scenografia di HDEMIA.

 

 

 

 

mostra dada3.jpg mostra dada2.jpg mostra dada4.jpg