GEOMETRIC SIDE Scuole che hanno collaborato: Grafica 1º Livello

7.jpg

Come nel Cubismo, per "Geometric Side" i fattori caratterizzanti sono il tempo e la geometria, vista come scomposizione di elementi. Eppure i risultati sono profondamente diversi, perché diversa è la riflessione che sta alla base.
Lo scopo cubista era quello di inserire all’interno della bidimensionalità l’illusione della tridimensionalità unita all’introduzione, all’epoca innovativa, della quarta dimensione: il tempo. Ciò è ottenuto attraverso la scomposizione degli elementi e l’accostamento contemporaneo di diversi punti di vista. In “Geometric Side”, invece, l’intento non è tanto quello di rappresentare il tempo, piuttosto quello di fermarlo. Se la fotografia già di per sé ferma il momento, “Geometric Side” lo congela per sempre rendendolo eterno, immutabile, sempre vero, quindi assoluto. Le forme geometriche, come già Mondrian aveva teorizzato, contribuiscono a ricoprire il finito di infinito proprio perché lo rendono sempre valido, pressoché perfetto. Il fatto stesso che le linee guida su cui si basa il progetto siano ricavate dallo scatto originale, quindi non preconfezionando nessuna griglia pronta e sempre valida, rivelano il tentativo di cercare l’eternità nel volto di ciascuno. Per non morire. Mai.

Il progetto di Francesco è stato oggetto di tesi per il triennio della Scuola di Grafica (A.A. 2013/14).

Clicca qui per visitare la gallery dei progetti di Francesco su Behance Network

1.jpg 2.jpg 3.jpg 4.jpg 5.jpg 6.jpg 7.jpg 8.jpg 9.jpg 10.jpg